L’orgoglio della Gelmini “No alla resa di Salvini all’assistenzialismo”

Economia e Politica

Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, promotore di “#IdeeItalia. La voce del Paese”, la convention organizzata a Milano dal gruppo azzurro di Montecitorio, è stata la vera protagonista della 3 giorni di Fi, a lungo acclamata dal pubblico presente. Nel suo intervento è stata critica nei confronti della Lega; “Sono sorpresa che Lega, che è sempre stata contro l’assistenzialismo, oggi abbia come bandiera il reddito di cittadinanza”. E poi un affondo sul leader del Carroccio:”Riconosco la leadership di Salvini e lo rispetto, ma non è il mio leader. Berlusconi aveva una generosità straordinaria con quegli alleati – ha proseguito Gelmini – che arrivavano al 4 per cento e Forza Italia era quasi al 30, lui era un vero federatore, invece Salvini ha scelto, ha scelto di essere il leader della Lega altrimenti non sarebbe andato con i 5 stelle, io non sono per il partito unico”.

“C’è un’Italia del rancore e della paura che vuole il reddito di cittadinanza, – ha aggiunto – ma c’è anche un’Italia che vuole restare e costruire. Noi abbiamo la responsabilità di rappresentare questa Italia e di non arrenderci.
Alla fine di questa tre giorni torniamo a casa con un Manifesto, in cui trovano spazio i nostri valori, quelli di sempre: meritocrazia, competenza, libertà.  Per guardare al futuro, partiamo da qui. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.