Ignoti devastano una scuola, ma per Dal Corno è colpa di Salvini

Milano

Devastata scuola: nella serata di sabato, ignoti hanno effettuato un raid vandalico all’interno della Scuola di Cultura Popolare in via Bramantino. I vandali hanno imbrattato con vernice rossa le mura di alcune tracciando simboli fallici, parole in arabo, scritte contro gli omosessuali, svastiche, oltre allo slogan “W Salvini”. E’ stata inoltre messa a soqquadro buona parte della struttura gestita da un collettivo che lavora anche su progetti di integrazione per migranti, che avrebbe dovuto riprendere le proprie attività nei prossimi giorni. La notizia è stata diffusa dal Presidente del Municipio 8   Fabio Galesi attraverso il suo profilo Facebook, dove ha anche pubblicato le immagini della devastazione avvenuta. Secondo l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, intervenuto con un commento sotto il post di Galesi, si è trattato di un “assalto intimidatorio di vigliacchi fascisti” di cui, proseguendo a scrivere, ha indicato quello che secondo lui è il responsabile morale, “Questo è il risultato delle politiche di ordine pubblico del Ministro dell’Interno Salvini, a cui, riconoscenti, questi criminali inneggiano“. Sul caso stanno indagando le forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.