iprite

Accusa russa: iprite italiana in Siria

Esteri

Sembra incredibile perchè un’accusa così si era sentita per la guerra d’Etiopia. E invece rieccola. Attrezzatura italiana per la produzione di sostanze tossiche è stata trovata a Duma, in Siria, a inizio estate. Lo ha detto il generale Igor Kirillov, capo delle truppe russe di difesa radiologica, chimica e biologica. Per Kirillov su un totale di “42 siti” sono stati trovati anche “cilindri di cloro prodotti all’estero”. Un vero e proprio “laboratorio con [attrezzature di] produzione straniera”. “Non abbiamo menzionato il paese esatto all’epoca della scoperta (in giugno, ndr) ma le attrezzature avevano la scritta ‘Made in Italy'”, ha detto Kirillov alla tv Zvezda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.