Arrestato “oldman” il terrore delle farmacie

Cronaca

Giovedì pomeriggio, la Polizia di Stato ha arrestato l’autore di una serie di rapine perpetrate a danno di farmacie milanesi. Sei quelle contestate, compiute a marzo e settembre 2017 e febbraio, marzo, aprile, maggio 2018. Cinque presso la medesima farmacia in zona Mecenate. Grazie al lavoro di indagine svolta dagli agenti del Commissariato Mecenate con i colleghi dell’Ufficio Analisi della Divisione Anticrimine della Questura di Milano, le rapine sono state ricondotte alla medesima persona. Analizzando il modus operandi, le caratteristiche fisiche dell’autore, gli orari delle rapine, le modalità di accesso e le vie di fuga, è stato elaborato un prospetto di serialità che è stato poi confermato dalle indagini.

Gli agenti del Commissariato Mecenate hanno raccolto tutte le informazioni dalle vittime e analizzato i circuiti di videosorveglianza e sono riusciti ad individuare l’autore. Si tratta di un sessantenne residente a Milano con piccoli precedenti  penali. Le rapine venivano tutte perpetrate con il medesimo modus operandi. Il rapinatore attendeva per alcuni minuti all’esterno della farmacia per poi entrare in azione nel momento più opportuno. Si occultava sempre la testa con il cappuccio di una felpa e chiedeva l’incasso simulando un’arma con una mano in tasca. Agli investigatori non sono sfuggiti le caratteristiche del rapinatore, rinominato “oldman”, emersi dai video sorveglianza: la corporatura, il tremolio delle mani, l’andatura approssimativa, la forma del naso, le caratteristiche della bocca con l’arcata dentale inferiore mancante e il cosiddetto pollice dell’autostoppista. Elementi che sono apparsi determinanti per la sua individuazione.

Emessa la custodia cautelare in carcere sono scattate le ricerche e l’uomo è stato rintracciato dai poliziotti del Commissariato Mecenate proprio nei pressi di una delle farmacie rapinate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.