Campo rom abusivo, Regione ascolta Municipio 4 e supplisce a inerzia Comune di Milano

Milano

Bassi e Verri: finalmente ascoltate nostre denunce, Palazzo Marino ora è obbligato a intervenire

Nel campo rom abusivo di via  Atleti Azzurri d’Italia/Monte Ortigara ‘sono presenti inconvenienti igenico-sanitari. E’ stato chiesto al Comune di Milano l’adozione di un’ordinanza sanitaria’. Lo scrive nero su bianco l’Ats Milano Città Metropolitana su segnalazione del Municipio 4, indirizzata all’azienda dal vicepresidente della Commissione Politiche Sociali, Alessandro Verri. “Finalmente – fa sapere il Presidente del Municipio 4, Paolo Guido Bassi – qualcuno dà ascolto alla nostra denuncia. Con il mio Presidente della commissione Sicurezza Francesco Rocca, ci siamo recati di persona a fare un sopralluogo sul posto il 4 giugno, riscontrando una situazione pazzesca: baracche, cumuli di rifiuti, tantissimi topi e panni stesi con indumenti da bambini, circostanza che lasciava presagire anche la presenza di minori. Quel giorno – ricorda Bassi – ho scritto alla vice-sindaco Scavuzzo, al comandante della PL Ciacci e all’assessore Majorino, che aveva risposto a stretto giro confermando di sapere che in quell’area ci sono dei problemi. Non ricevendo più alcuna notizia circa un eventuale intervento del Comune – prosegue Bassi – ho scritto nuovamente in data 21 giugno, ma non è seguita alcuna risposta. Purtroppo però, il fenomeno è sempre presente, anzi pare persino cresciuto in dimensione, perché come ho documentato con alcune foto, è facile vedere dense colonne di fumo e un odore acre di cose bruciate levarsi spesso dalla zona dell’accampamento. Sono quindi tornato a sollecitare una risposta da parte di Palazzo Marino anche in data 4 luglio, ma anche in questo caso, nessuna risposta. Lo stesso giorno – sottolinea Bassi – ho contattato la Polizia di Stato, che è uscita a fare dei controlli, riscontrando la presenza di abusivi. Ho stigmatizzato la mancanza di riscontro della Polizia Locale e degli assessorati competenti anche in occasione della Conferenza dei Presidenti che si è tenuta lo scorso 10 luglio, alla presenza sia del vice-sindaco, sia del comandante della PL. Anche nei giorni successivi, non ho ricevuto alcuna risposta alle mie mail. Ora finalmente c’è un atto ufficiale dell’Ats che impone all’amministrazione di dare seguito alla questione”.

Troviamo, commentano Bassi e Verri, “davvero grave questa scarsa attenzione dell’amministrazione Sala nei confronti dei problemi del territorio.  Oltre un mese di segnalazioni, che riguardano un fatto molto serio e comprovato, senza nemmeno un cenno di risposta su quello che si intende fare. Non stupisce che l’amministrazione di centrosinistra non abbia voluto firmare l’accordo proposto dal Prefetto sul controllo di vicinato. Visto che non danno seguito alle segnalazioni precise e circostanziate di un Municipio, figuriamoci se sono interessati a quelle dei cittadini. Così però – constatano amaramente gli esponenti della Lega di Matteo Salvini – non si fa il bene della città e si lascia chi ha la ‘colpa’ di non abitare in centro a vivere nel disagio. Ricordiamo a Sala e ai suoi assessori – concludono Bassi e Verri – che Milano non finisce alla cerchia dei Bastioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.