Colpo alla ‘ndrangheta a Buccinasco

Video

Sono “la più grande minaccia per la sicurezza pubblica di tutta la Lombardia” secondo Cesare Giuzzi, cronista di nera dal sangue “nobile”. Ieri i carabinieri di Buccinasco hanno scoperto un borsone appartenenente a due italiani con dentro un mitra, pistole, insomma un piccolo arsenale ben conservato. Non il solito armamentario da rapinatori, ma un vero deposito della cosca Barbaro-Papalia. ‘Ndranghetisti di quelli potenti. Benedetto Mascari, 46 anni, palermitano residente a Buccinasco venerdì si è presentato in ospedale per l’esame del capello: è infatti obbligato a dimostrare di essere ‘pulito’ dopo che nel 2009 lo hanno arrestato per rapina. Peccato che l’uomo che ha esibito i documenti non sia affatto Benedetto, ma un amico con un documento contraffatto. I carabinieri però lo sapevano e si sono preparati per tempo. Così sono scattate le manett e le successive perquisizioni durante le quali sono spuntate le armi, la droga e tutto l’armamentario del vero ‘ndranghetista. Mascari però si è tolto lo sfizio di prendere in giro i militari quando gli hanno chiesto dove avesse trovato quell’arsenale: “Maresciallo, mi permette di prendervi in giro? Le ho trovate in un parco…”. Qui potete vedere il video degli oggetti sequestrati

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano.
C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.