Gli economisti da bar distruggeranno la nazione

Dichiara Di Battista, testa pensante dei 5 Stelle: “A quanto pare i “fantomatici” mercati sono tornati a farsi sentire. Eppure non aprivano bocca quando si massacravano i lavoratori, si tagliavano le pensioni, si regalavano denari pubblici alle banche private o si smantellava, lentamente ma inesorabilmente, lo stato sociale nei paesi di mezza Europa.

Mi rivolgo ai parlamentari del Movimento 5 Stelle e della Lega. Siate patrioti! Siete rappresentanti del Popolo italiano e non emissari del capitalismo finanziario.

Avete il dovere di ascoltare le grida di dolore dei cittadini e non le velate minacce dei congiurati dello spread terrorizzati dall’ipotesi di un governo che torni ad occuparsi dei diritti economici e sociali degli italiani (proprio quei diritti smantellati dalla sedicente sinistra).

Ascoltate quel che si dice nei bar, nei mercati (quelli rionali), negli uffici dei piccoli imprenditori, nelle Università o in fila dal medico di base, non quello che esce da qualche consiglio di amministrazione di una banca d’affari.

E se proprio vi interessano i numeri ve ne ricordo uno io: 440! Sono gli euro che percepisce un pensionato minimo in Italia. La povertà è diventata endemica ed è talmente collettiva che quasi non la si nota più, ma esiste eccome.”

Dichiara Borghi, testa pensante della Lega, riferendosi alla delirante proposta di farsi scontare 250 miliardi di euro dalla BCE: “I mercati lo hanno interpretato come un segnale che potremmo non ripagare il debito? È perché non conoscono l’economia”.

Ora, potrei far commentare queste perle di genialità alla signora Pina al bar di sotto, ma essendo pigro penso lo farò io stesso. Questa gente è pericolosa. Di Battista è in partenza, i soldi li ha fatti, ora le conseguenze sono solo nostre. Borghi è andato molto, molto tempo fa. Chi deve gestirsi le geniali conseguenze del loro delirio siamo noi. Milano crolla. Lo spread riprende a salire. I mercati, casomai ve lo steste chiedendo, sanno perfettamente cosa sia l’economia. Borghi non è dato saperlo, di certo la gente al bar non ne ha nemmeno un indizio. Finora abbiamo scherzato, e nessuno si è mosso. Ma adesso la ricreazione è finita, inizia l’interrogazione. Ed alla prossima idiozia in mondo visione, tutta l’Italia sarà punita.

Share Button
Luca Rampazzo

Autore: Luca Rampazzo

Laureato in legge col massimo dei voti, ha iniziato due anni fa la carriera di stratupper, con la casa editrice digitale Leo Libri. Attualmente è Presidente di Leotech srls, che ha contribuito a fondare. Si occupa di internazionalizzazione di imprese, marketing e comunicazione,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com