Sul lungarno di Pisa il Caffè dell’Ussero tra storia e realtà

Cultura e spettacolo

Milano 1 Marzo – Pisa della torre pendente, tra palazzi  gialli, rossi, blu e magnifici lungarni, ci racconta l’evoluzione socio-storico-culturale dei suoi  giovani, un cambiamento olistico di costume che trova l’incipit in un luogo storico: Il Caffè dell’Ussero.

Caffè dell’Ussero 1869
Caffè dell’Ussero 1869

Il caffè storico dell’Ussero è ubicato al piano terra del “Palazzo Rosso” dei Conti Agostini Venerosi della Seta, lungo il tratto più bello dell’Arno. Dai primi dell’ottocento ritrovo di scienziati, intellettuali, pensatori e uomini di cultura del calibro di Carducci, Giusti  …. Il Caffè dell’Ussero,  domus mazziniana dove i giovani trascorrevano il tempo leggendo Mazzini e Cavour, centro della vita goliardica, filologicamente documentato come fucina del Risorgimento.

 Sonetti dei "Giovani" del celebre Caffè dell'Ussero di Pisa. Lo storico locale, già dal 1775 ritrovo di patrioti, studenti e intellettuali, sorge all'interno del quattrocentesco Palazzo Agostini, vero gioiello del patrimonio architettonico nazionale.

Sonetti dei “Giovani” del celebre Caffè dell’Ussero di Pisa. Lo storico locale, già dal 1775 ritrovo di patrioti, studenti e intellettuali, sorge all’interno del quattrocentesco Palazzo Agostini, vero gioiello del patrimonio architettonico nazionale.

Questo  Lungarno è  uno spettacolo così bello che …. innamora”  . Il Caffè dell’Ussero e  il suo fiume, un perfetto rapporto simbiotico, il fiume vede il fluire del tempo e il caffè dell’Ussero ne prende l’energia dal suo fluire, da quel moto che ha sollevato idee, idee come causa delle cose che hanno infervorato intellettuali, giovani agitatori mazziniani su discorsi politico-risorgimentali, nazional-patriottici, con orientamento anche rivoluzionario, quei giovani che hanno contribuito a  cambiare la storia puntando sulla rinascita della Nazione.

 Pisa fine ‘800 - Lungarno Pacinotti
Pisa fine ‘800 – Lungarno Pacinotti

Intanto il fiume continua a fluire tra ponti, meandri, argini e ampie golene rimodellando le sue  sponde, ma le acque non sono mai le stesse! Così la storia dell’Ussero cambia alveo  perché trasformato dalla piena delle acque della storia. Oggi il Caffè dell’Ussero, antico ritrovo privilegiato di intellettuali e pensatori, continua ad essere un punto di incontro per discutere e chiacchierare tra giovani, forse un po’ più isolati, omologati, un target diverso che anima la vita notturna del Caffè con la Movida, una sorta di occupazione-appropriazione del luogo.

Movida, non come sballo, ma come movimento inquieto di giovani, quasi un voler esteriorizzare i loro problemi esistenziali, esigenze, ansie, incertezze per il loro futuro, un flashback al Risorgimento, quando quei giovani infervorati discutevano per ideali patriottici, preoccupati a difendere il loro futuro:  ipsa  historia repetit .

Il Caffè dell’Ussero e il suo fiume, un bel pezzo di storia d’Italia da raccontare ai nostri  figli.

Anni ‘60
Anni ‘60
Lungarno
Lungarno

 

Palazzo Agostini - Palazzo gotico del XIV sec. - Sede dell’Accademia dell’Ussero dal 1959
Palazzo Agostini – Palazzo gotico del XIV sec.
Sede dell’Accademia dell’Ussero dal 1959

Prof.ssa Matilde Sardiello

14 thoughts on “Sul lungarno di Pisa il Caffè dell’Ussero tra storia e realtà

  1. Sono dispiaciuta che questo articolo è finito così presto. Le parole dell’autore mi hanno trasportata su quel fiume e ne ho sentito i rumori, profumi, sensazioni! Complimenti per il profondo paragone e sensibilità.

  2. Articolo interessante che ci invita a riflettere sulla storia della nostra nazione , bello il parallelo tra fiume che scorre vivo, mai uguale e la gioventù che nei secoli ha vissuto i luoghi della città .
    L’impeto di entrambi trova punto d’incontro nella volontà di cambiare , rinnovare in positivo la nostra bella patria. Complimenti all’autore per la sua sensibilità e il viaggio nel tempo che l’articolo propone al lettore.

  3. Bello!
    Con leggerezza e originalità hai fluttuato tra la storia, l’arte, il paesaggio, l’umanità che passa al pari dell’acqua. Hai saputo svelare con un tocco l’essenza dell’anima dei giovani di epoche tanto diverse, ma pur uguali nei loro fervori, aspirazioni, aspettative, speranze, fiducia!

  4. Bellissimo articolo che evidenzia una capacita’ dell’ autore di riprodurre in maniera nitida e delicata luoghi e avvenimenti.
    I miei complimenti.

  5. Beautiful, impressive article that introduces us to the historical aspects of this wonderful city…Bravo, Professore Matilde Sardiello

  6. Articolo ben scritto e davvero molto interessante: invita a visitare e conoscere il luogo e la sua “vitalità “! Affascina il riferimento al passato e lo sguardo al presente…complimenti vivissimi all’autrice della quale traspare la grande sensibilità!

  7. I enjoyed this article by the author Matilde Sardiello for the comparison she makes between the time and the river Arno that flow together relentlessly. And the “Caffè dell’Ussero “in Pisa that is a spectator of the life of generations of young people who have aspirations,expectations and hopes in a better future .Congratulations!!

  8. Mi ricorda Parigi…l’odore dei libri vecchi, dei bouquinistes…cosi come quel ” caffé” di cui sembra sentirne quasi i profumi…e tutto incorniciato da acque che scorrono…bateaux che le accarezzano e…in un altro bel quadro…i pensieri giovani, freschi che si mescolano in quelle acque, ma che hanno lo stesso sapore, colore di un tempo…

    Ho “visto” ancor più che “letto”.
    É bellissimo…grazie Matilde

  9. Mi sembrava di vedere con le parole quei luoghi …scritto con sensibilità’ descrittiva …Un racconto quasi poesia …Molto bello Grazie Matilde

  10. Magnifique article écrit avec amour et sensibilité envers l’Italie ?? et spécialement la Toscane bravo Mathilde .

  11. Articolo impeccabile, scritto con passione e impegno, dal quale si può dedurre la passione per l’arte, la conoscenza e sopratutto per l’Italia!

  12. Complimenti per i tuoi articoli e per la tua sensibilità nel riflettere le tue impressioni dei luoghi che descrivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.