Il muro di gomma di Granelli

Fabrizio c'è Milano
Milano 7 Febbraio – Milano dispone di una grande fortuna. Migliaia di cittadini, muniti di senso civico e passione per la comunità, che si prendono la briga di scrivere, segnalare, denunciare.
Un bell’esempìo è quello del Comitato XXII marzo guidato da Sebastiano Gravina. Questo comitato ha ottenuto dei successi liberando Piazza Santa Maria del Suffragio da senza fissa dimora molto molesti e perennemente ubriachi.
Questo comitato come tanti altri però si scontra contro un vero e proprio muro di gomma nelle richieste fatte all’Assessore alla mobilità Granelli. Il comitato, con lettere e foto, ha testimoniato la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali di Corso XXII MARZO: quello di via Sciesa e quello di Viale Piceno. Altre denunce riguardano il marciapiede del corso completamente sconnesso a causa delle radici degli alberi.
Nonostante un incidente mortale qualche anno fa e nonostante che tre giorni fa un’intera famiglia sia stata investita, il silenzio del Comune continua.
È incredibile come l’Assessorato alla mobilità si permetta di non rispondere a segnalazioni di residenti, comitati, consiglieri comunali e municipali.
Milano merita più ascolto e rispetto dall’Assessore Granelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.