Presentato in regione Lombardia il Comitato”Non Sei Solo” a tutela degli adolescenti, contro bullismo, cyberbullismo e dipendenze

Lombardia

Milano 28 Gennaio – Presso la Sala Opportunità, Nucleo 1, al Tredicesimo piano, Palazzo della Regione Lombardia in via Galvani 27, è stato presentato il Comitato “Non Sei Solo” e il programma di difesa degli adolescenti e preadolescenti da dipendenze, bullismo e cyberbullismo.

Presenti

Vincenzo De Feo, ingegnere informatico, presidente del Comitato ed esperto di problematiche giovanili, bullismo e cyberbullismo.

Fabrizio De Pasquale, consigliere del Comune di Milano.

Rosanna Chifari Negri, neurologa.

Mauro Schiavella, psicologo e psicoterapeuta.

Hanno illustrato il quadro della situazione attuale e le criticità, dal punto di vista medico neurologico e psicologico, derivanti dai comportamenti a rischio, utilizzando come punto di partenza e spunto di riflessione il libro scritto dall’Ingegner Vincenzo De Feo, dal titolo  “…prima del CLICK” giunto alla seconda edizione.

Ha partecipato all’incontro l’Avvocato Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia.

Era inoltre presente la signora Nicoletta Chiara Pol, altro membro del Comitato Civico “Non sei solo”.

“C’è la necessità di avere segnali di questo tipo dalla politica”- ha sottolineato De Feo, Presidente del Comitato Non Sei Solo-“molti sono refrattari, o assenti, il problema, invece, è trasversale. Bisogna intercettare il malessere e non solo cercare voti. E’ molto bello cio’ che ho sentito stamattina, è una risposta sulla quale far leva e proiettarsi verso il futuro.Il fenomeno delle dipendenze va a braccetto con uno stile di vita. Bisogna conoscere il mondo in cui viviamo e le sue problematiche, sapere cio’ che conviene fare e non fare. Sono necessarie prevenzione e informazione. Il fenomeno del microspaccio davanti alle scuole è in costante crescita; parliamo di un giro di affari che si aggira sul milione di euro al giorno. L’utilizzo di alcol, poi, è diffuso a tutte le età, preadolescenza e adolescenza incluse. E noi non aspettiamo inermi, ma iniziamo questo percorso di contrasto, ma anche di prevenzione e informazione, per non far più sentire solo nessuno. Un anno fa ho scritto un libro, …prima del CLICK, ma i fenomeni sociali riferiti a suicidi e disgregazione dei valori, uso smodato e fuori legge di alcol e reati simili non sono rientrati a livelli accettabili e la risposta sistemica non si è smentita nei tempi di reazione e nell’efficacia di risolvere una complessa criticità. Non abbiamo ancora invertito la direzione di questa deriva, si è solo smesso di parlarne con una certa attenzione e si è fatto diventare il tema un argomento da salotto televisivo e di incontri tra persone egoriferite o professionisti del so tutto io. che riflette il pensiero di coloro che si atteggiano a sostenitori di riforme o cambiamenti politici e sociali più appariscenti che sostanziali.  Ritengo che questo tema sia particolare per il solo fatto che se fai finta di affrontare il problema per far vedere quanto sei bravo, fai rapidamente una brutta figura, perché si affrontano argomenti che riguardano una parte non politicizzata della società, i giovani, genuini sia nel bene che nei disastri che possono  creare, quindi un tema che mette a dura prova chi è mediocre a livello professionale. E’ un tema che fa da spartiacque, da un lato ci sono coloro che hanno voglia di risolvere, dall’altro chi vuole mettere il cappello sull’argomento-non si sa mai, magari ne viene fuori un tornaconto personale in termini di immagine, o chissà cos’altro”.

“Vogliamo coinvolgere, con questo comitato, tutte le strutture educative, le scuole, le famiglie, etc, ci vuole un’attività a 360 gradi e soprattutto attivare misure concrete”- ha sottolineato De Pasquale -“ il Comitato si batte per fare prevenzione e informazione. Il Comitato è nato per combattere la diffusione di alcol e droghe tra adolescenti, situazione che sta minando il futuro di tante famiglie milanesi. Il numero di adolescenti che cade nella rete dello spaccio o che abusa di alcolici é in crescita. Nel deserto urbano delle periferie, nell assenza di iniziative  del Comune bisogna aumentare le iniziative di famiglie , scuole e no profit per far crescere una cultura consapevole dei danni prodotti da alcol e droghe fra i giovani”.

Il libro “…prima del CLICK” è disponibile su Amazon al link https://www.amazon.it/click-Adolescenti-lontano-pericoli-metropolitani/dp/B0716D1LVD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.