Manca il lavoro, cresce la povertà ma il PD si occupa di “fake news ” e fine vita

Fabrizio c'è Politica
Milano 27 Novembre – Veramente acuta l’analisi di Renzi alla Leopolda: gli italiani stanno voltando le spalle al PD perché qualcuno dell’opposizione lancia le fake news!
Per la peppa ! Matteo ha  scoperto dunque la causa del filotto di sconfitte dal referendum alle amministrative
Le fake news sembrano il complotto giudaico demoplutomassonico di mussoliniana memoria. Sarebbe colpa loro se alla gente il PD non piace più.  L’invasione di migranti che spaventa gli italiani, la disoccupazione giovanile al 35%, il fatto che cresciamo meno di tutti in Europa non c’entrano! O forse per Matteo anche questi non sono fatti , ma ” fake news” , bufale inventate ad arte.
È  fantastico: da quando Renzi è al potere abbiamo la Rai più addomesticata della storia, i grandi giornali sempre adoranti ci hanno raccontato quante riforme ha fatto e tutte le tasse che voleva tagliare. E per 6 mesi hanno obbligato l’Italia a parlare solo di Referendum! Poi le fake news ordite da 4 smanettoni da tastiera mettono in difficoltà  uno statista che tutta Europa ascoltava (si è  visto sui migranti e sull’EMA).
Giusto per far capire la distanza lunare che separa il PD di Renzi dal popolo faccio notare un particolare.
Negli  stessi giorni della Leopolda Forza Italia ha riunito a Milano, per iniziativa di Gelmini e Romani, i rappresentanti di tutte le categorie per ascoltare le loro istanze. Non si trattava di militanti di partito ma di rappresentanti di imprese piccole e grandi, di professionisti, di insegnanti, di economisti.
Bene tutti, ma proprio tutti, dagli autotrasportatori ai veterinari hanno lamentato gli errori degli ultimi governi. Persino i banchieri, categoria non proprio vicina al centrodestra, hanno spiegato che le mance e i bonus di Renzi, fatti aumentando il debito pubblico, sono scelte disastrose. Insomma il mondo del lavoro, l’Italia reale non sa che farsene di chi parla solo di fine vita e Ius soli e ci ammorba di “dibattiti”sulle alleanze a sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.