Il Comune di Milano sbaglia i conti Tari ma a pagare la differenza saranno i milanesi

Fabrizio c'è Milano
Milano 22 Novembre – Il Comune sbaglia il calcolo Tari e  a  pagare saranno i contribuenti.
La telenovela della Tari gonfiata prosegue nel peggiore dei modi.
Ieri il Ministero dell’Economia ha inviato una circolare in cui conferma che Milano e qualche centinaio di comuni hanno sbagliato a moltiplicare la quota variabile anche ai garage/box. Dunque niente scuse o alibi, bisogna rimborsare i nuclei familiari che dispongono di garage per quanto hanno pagato in più dal 2014 al 2017.
Una somma che a Milano può valere dai 100 ai 300 Euro.
La lunga battaglia che ho iniziato un mese fa ha visto il primo risultato lunedì sera. Tutto il Consiglio comunale ha votato un OdG che stabilisce il metodo. E’ il Comune a rimborsare automaticamente chi ha diritto e non c’è bisogno di fare ricorsi. Anche la mia richiesta di procedere per conguaglio con la prossima Tari 2018 sembra fattibile.
Ma l’Assessore al bilancio Tasca ci fa capire l’idea di fisco rapace della sinistra: per rimborsare chi ne ha diritto il Comune applicherà un aggravio del 17% a tutti i milanesi sprovvisti di garage. Cioè per reperire i 12 milioni l’anno richiesti indebitamente e per errore dal Comune si spenneranno altri incolpevoli contribuenti !
Roba da matti. Ci sarebbeto altri sistemi: dal fondo di riserva all’avanzo di spesa, dalla riduzione delle spese alla lotta all’evasione che tanti (tutti) gli occupanti abusivi praticano.
Il Comune di Milano invece  pur essendo il responsabile del’errore di calcolo, farà pagare di più i suoi incolpevoli cittadini che avevano già  pagato quanto scritto sul bollettino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.