I vandali della movida indisturbati di fronte la Caserma Sant’Ambrogio.

Fabrizio c'è Milano
Milano 18 Novembre – Nemmeno la monumentale Piazza Sant’Ambrogio sfugge all’incuria del Comune e alla inciviltà della movida.
Da almeno un anno la Piazza che è stata recuperata e trasformata in isola pedonale grazie al Parcheggio Sotterraneo è  divenuta luogo di movida e devastazione.
Non ci sono locali coinvolti, ma centinaia di giovani si danno appuntamento il Venerdi e Sabato muniti di ettolitri di alcolici per fare casino. Purtroppo questa aggregazione di giovani non residenti nel quartiere porta molestie fino a notte fonda, risse, aggressioni a chi protesta e la presenza degli immancabili spacciatori magrebini.
Non che manchino i problemi di giorno. Gli studenti della Cattolica festeggiano le lauree davanti al Mausoleo dei caduti lasciando tutto per terra e il Comune ha autorizzato un orrido chiosco che contribuisce al degrado. Sul versante sud il fossato della Porziuncola vicino Via SanVittore e Via Carducci è  una discarica a cielo aperto.
Assieme al Consigliere del Municipio 1 Giampaolo Berni ho scritto al Questore: è mai possibile che davanti la più grande caserma della Polizia di Milano accada di tutto senza alcun intervento?
Questi problemi si risolvono solo con un intervento di uomini rilevante e ripetuto delle forze dell’ordine, con l’identificazione degli incivili e fermando con misure esemplari i vandali e gli spacciatori.
Non pervenuto il Comune e l’Assessore Rozza che organizza ” Tavoli ” fumosi e quando va bene manda un auto con 2 vigili a osservare impotenti il disastro.
Di fronte a un Comune così disinteressato a combattere molestie, degrado e inciviltà della movida selvaggia da sembrare complice, non rimane che fare causa per danni allo stesso e ottenere un risarcimento come è successo recentemente a Brescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.