Anche sui monumenti 2 pesi e 2 misure

Milano 16 Settembre – Straordinario il tempismo con cui la Giunta Sala riesce a prendere le decisioni sbagliate, nel peggiore momento possibile. Ieri, 15 settembre, giorno in cui nel 1947 entrò in vigore il trattato di pace, che ha provocato l’Esodo della quasi totalità della popolazione italiana dall’Istria, si è svolta la commissione che doveva decidere la sorte del monumento in memoria degli esuli istriani. La decisione è stata di non finanziarlo. L’associazione che lo realizzerà dovrà raccogliere i fondi da sé, al contrario degli organizzatori della “Festa dell’orgoglio africano” cui non sono stati negati denari. Spiace constatare che mentre in Istria, anche le pietre continuano a parlare italiano, molti a Palazzo Marino italiani si sono dimenticati di esserlo.
Share Button

Autore: Otello Ruggeri

Coordinatore Forza Italia, Municipio 2, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com