Se la prendono con le giostrine, mentre i parchi sono pieni di pusher

Milano
Milano 26 Maggio – Il Municipio 1, vero santuario dei radicalchic milanesi, vuole fare la guerra alle giostre nei suoi parchi.
L’Assessore Elena Grandi, che, per sue convinzioni, ha già eliminato le recinzioni dalle aiuole col risultato di farle invadere dalle auto, ora è partita lancia in resta contro le giostrine e i piccoli luna park.
Ricordiamo che la sua giunta continua a organizzare Feste dell’Unità e concerti ai giardini di Porta Venezia e anche durante il Salone del Mobile il Parco Sempione ha visto la presenza molesta dei frequentatori dei rave party organizzati in piazza del Cannone.
In tutto ciò la Grandi se la prende con le giostrine fisse o con il luna park che durante il Carnevale si posiziona tra la piazza del Cannone e i viali che portano alla Arena.
Ma ha visto come sono frequentati i parchi milanesi? Scacci gli spacciatori, scacci gli accampamenti di migranti che dormono e cucinano. Consenta alle famiglie di portare i bambini nei parchi. E le giostrine sono un presidio per richiamare persone per bene nelle aree verdi. E se può faccia innaffiare le piante di Piazza Castello che sono già seccate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.