Con un blitz della polizia turca catturato il presunto autore della strage di Istanbul

Esteri

Milano 17 Gennaio – La polizia turca ha catturato il presunto autore della strage di Capodanno nella discoteca Reina di Istanbul, costata la vita a 39 persone. L’aggressore è stato arrestato nel distretto di Esenyurt, insieme ad altre 4 persone.

Il sospetto si chiama Masharipov Abdulkadir, sarebbe nato nel 1983 e sarebbe uzbeko. Tra gli altri 4 arrestati c’è un uomo del Kirghizistan e tre donne provenienti da Somalia, Egitto e Senegal.

Il blitz è avvenuto ieri sera grazie a una squadra speciale delle forze di sicurezza turche formata da mille persone, creata appositamente per l’occasione. Su Twitter i media turchi hanno pubblicato la prima foto del sospetto catturato con il volto contuso e sanguinante, che assomiglia alla persona vista nel video diffuso nei giorni dopo l’attacco.

Come spiegano i media turchi, la squadra era riuscita due giorni fa a trovare la casa, nel quartiere Silivri di Istanbul, in cui l’uomo si è nascosto in un primo momento, dopo essere fuggito insieme al figlio da un altro appartamento nel quartiere Zeytinburnu. All’interno dell’abitazione di Silivri gli uomini della squadra speciale hanno trovato 150.000 dollari in contanti, oltre agli indizi necessari per scoprire l’appartamento lussuoso del quartiere Esenyurt in cui si trovava Masharipov. Al momento dell’irruzione delle forze di sicurezza, l’uomo cercava di nascondersi sotto a un letto. E’ stato arrestato insieme al figlio, a un uomo del Kirghizistan e a tre donne originarie della Somalia, dell’Egitto e del Senegal. Dopo l’arresto, la polizia ha ispezionato l’appartamento per oltre sei ore. (Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.