Milano-Lecco: crolla un cavalcavia, 1 morto e 4 feriti

Cronaca

Milano 29 Ottobre – Un cavalcavia è crollato ieri pomeriggio sulla statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo sarebbero rimaste coinvolte alcune vetture. Al momento il bilancio è di un morto, e quattro feriti, tra cui bambini, portati in codice giallo all’ospedale di Lecco. Secondo quanto comunica il 118 il quarto ferito è l’autista del tir, un uomo di 50 anni, che ha riportato un trauma toracico. Anche lui trasferito a Lecco in codice giallo.

“Apriremo rapidissimamente una commissione d’inchiesta”, ha annunciato il viceministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini, che si è recato personalmente sul luogo.

L’Anas, società che gestisce la rete stradale ed autostradale italiana, aveva chiesto la chiusura del tratto di strada dove si trovava il cavalcavia nelle ore precedenti il crollo, ma la Provincia ha chiesto un’ordinanza formale da parte dell’ente. Nel frattempo il ponte ha ceduto.

Pronta la risposta della Provincia: “Non serviva un’ordinanza, se Anas riteneva di chiudere la strada poteva chiuderla”, spiega il responsabile della viabilità della Provincia di Lecco, Angelo Valsecchi spiegando che comunque “in emergenza potevamo chiudere il ponte”, ma “la comunicazione da Anas alla provincia non era così esplicita”.

“Alle 13,30 alla nostra sala operativa di Milano ci hanno chiamato dicendoci che c’erano dei calcinacci sulla statale 36 e io sono arrivato in meno di 10 minuti, poi ho visto a 250 metri una pattuglia della polstrada e l’ho fermata e ho avvisato il mio ufficio”, ha riferito Tindaro Sauta, il capocantoniere dell’Anas, che è andato subito sulla statale 36 appena ricevuta la segnalazione dei calcinacci. L’Anas ha competenza sulla statale, ma non sul cavalcavia crollato che è provinciale.

La Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta che sarà, con tutta probabilità, per omicidio colposo e disastro colposo. Saranno sentiti i testimoni e acquisita documentazione.

I vigili del fuoco sono al lavoro per sollevare il cavalcavia crollato sulla statale 36 e sotto il quale si potrebbero trovare altre vetture con i loro occupanti. Da alcune scene filmate da altri automobilisti arrivati subito dopo il crollo e dalle foto di Lecconotizie.com, si vede un’ auto rossa schiacciata dalla cabina del tir. Ma potrebbero essercene altre sotto il ponte. Una vettura è inoltre rimasta in bilico sul cavalcavia spezzato, e un’altra che stava transitando è stata catapultata sul lato opposto.

Il video del cavalcavia crollato (da YouTube)

Il crollo sulla Statale 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’ è avvenuto tra i comuni di Cesana Brianza e Annone. Sull’arteria ha ceduto un cavalcavia della strada provinciale n.49.

L’uomo morto durante il crollo si chiamava Claudio Bertini e abitava a Civate nel lecchese. Era a bordo di una delle vetture rimaste schiacciate dal tir che, nel cedimento del ponte, è precipitato sulla carreggiata sottostante.

Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio ha predisposto una Commissione ispettiva al fine di verificare ed analizzare su quanto accaduto sulla SS 36 Milano-Lecco. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.