Rogoredo: centinaia di residenti in corteo contro lo spaccio. Grave immobilismo sinistra

Milano

Milano 26 Ottobre – Ieri ho partecipato al corteo nel quartiere Rogoredo insieme a 300 residenti della zona – commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia – per manifestare per la grave situazione di degrado e insicurezza in zona. I cittadini sono esasperati e chiedono interventi seri per risolvere i tanti problemi del quartiere. fullsizerender32Tantissimi i cartelli con i “divieti di siringhe” e per sensibilizzare Prefetto e Comune a intervenire. In particolare la situazione più sentita riguarda il flusso continuo di spacciatori e tossicodipendenti tra le aree della stazione e soprattutto del Parco delle Rose, denominato il “Bosco della droga”, ormai diventato uno dei più grandi punti di spaccio a cielo aperto d’Europa. Sono centinaia le segnalazioni dei cittadini in merito ai tossicodipendenti che si drogano ovunque, accanto alle abitazioni, alla stazione, agli esercizi commerciali, alle scuole e ai giardini pubblici. Inoltre sono numerosi gli edifici abbandonati tra Via Cassinis, Via Boncompagni e Via Lacaita, occupati abusivamente da drogati, sbandati e immigrati clandestini. Queste aree non sono controllate, messe in sicurezza e raramente vengono sgomberate.
C’è una vera e propria emergenza sicurezza nel quartiere: si moltiplicano le aggressioni, le rapine, gli scippi.
Rogoredo è ostaggio di tossici e criminali nel silenzio delle istituzioni. fullsizerender30L’attività del Comune è oggettivamente scarsa: pochissimi gli interventi, scarse le attività di contrasto, inesistenti gli interventi sulle proprietà degli edifici occupati, inefficaci i controlli.
Non è accettabile che il Comune consenta, da anni, di far diventare Rogoredo il quartiere della droga, lasciando nel degrado e nell’insicurezza i residenti che da tempo si organizzano in cortei e manifestazioni, chiedendo interventi che purtroppo non arrivano mai. Fino a quando i comitati e gli abitanti del quartiere saranno costretti a scendere in piazza per venire ascoltati in maniera seria e ottenere risposte chiare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.