Presentato il programma di Bookcity Milano 2016

Cultura e spettacolo

Milano 26 Ottobre – Dal 17 al 20 novembre torna BOOKCITY MILANO, manifestazione diffusa dedicata al libro e alla lettura che verrà inaugurata giovedì 17 novembre al Teatro dal Verme da una delle voci più autorevoli della narrativa turca: Elif Shafak, che rivendica nei suoi romanzi l’indipendenza del racconto dalla politica e dalla realtà. La manifestazione si chiuderà domenica 20 novembre al Teatro Franco Parenti con “Clara Sánchez e il valore della verità”: Clara Sánchez con Marcello Fois parleranno dell’atteso seguito de “Il profumo delle foglie di limone”.

bookcity

Oltre al Castello Sforzesco, si aprono quattro “punti cardinali”; per ciascuno il programma si svolge intorno a un tema declinato in decine di incontri, con autori di grande richiamo ed esperti di livello internazionale. Ogni punto cardinale, come il Castello Sforzesco, è dotato di una libreria, di un bar-ristorante e offre attività destinate ai bambini.

·       CASTELLO SFORZESCO  – Le parole che escono dal cuore giungono al cuore

Il Castello Sforzesco è il cuore di BookCity e diverse sale saranno animate da incontri e dibattiti con grandi scrittori: la Sala Viscontea, la biblioteca della Sala Weil-Weiss, la Sala della Balla (con gli arazzi del Bramantino) e la Sala Bertarelli, dedicata all’illustrazione e al fumetto, con ampio spazio dedicato ad architettura e design.

 I QUATTRO PUNTI CARDINALI

·       LA TRIENNALE DI MILANO – Le mille e una storia

Un omaggio all’arte del racconto in tutte le sue forme che sembra offuscata dalla società dell’immagine ma risponde a un bisogno radicato nell’animo umano, perché è attraverso le storie che riusciamo a trasmettere qualcosa più importante delle nozioni, dei fatti, delle informazioni. Il racconto è, per chi lo scrive, costruzione della propria identità e del mondo; per chi lo accoglie, veicolo di esperienza. Il 18 novembre si svolgerà il convegno “Fotografia e giornalismo: il ruolo dell’immagine nell’informazione oggi” e l’inaugurazione della mostra dela Lettura “Fotostorie. Arte, cronaca, reportage: i racconti per immagini nel supplemento culturale del Corriere della Sera”. L’esposizione resterà aperta per un mese da sabato 19, per trasferirsi negli spazi dell’Università IULM.

·       MUSEO NAZIONALE DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA “LEONARDO DA VINCI”- Futuri possibili

Scienza e tecnologia hanno un ruolo importante nel disegnare l’evoluzione delle nostre società, contribuendo alla conoscenza e aprendo interrogativi sul piano dei valori. Coinvolgere i ricercatori impegnati in ambito scientifico e tecnologico in un dialogo aperto con altri saperi e sguardi sul mondo, dalla filosofia alla letteratura alle arti, è prerogativa irrinunciabile per immaginare futuri possibili. Verrà  reso omaggio alla fantasia e alla visionarietà di Dario Fo, ospite di diverse edizioni della manifestazione. Il 18 novembre in Museo si svolgerà l’incontro “Milano: interpretare il presente e immaginare il futuro”.

·       MUDEC + BASE – Le identità, l’incontro

Ciascuno di noi è il risultato dell’intreccio tra identità culturale e religiosa, sociale e professionale, anagrafica e sessuale: un risultato che si arricchisce nel confronto con l’altro. Il 20 novembre, all’Auditorium del Mudec l’incontro “La moschea è un luogo comune”, in cui si racconterà Project Insha’ allah, il progetto per la moschea di via Sant’Elia.

·       TEATRO FRANCO PARENTI – La fabbrica dei valori

Da un lato l’etica, dall’altro l’economia. Al centro il nostro corpo, le nostre aspirazioni. Sono le prospettive che si incontrano negli eventi che animano i diversi spazi del Teatro Franco Parenti. Ci saranno autori internazionali ed eventi destinati a lettori curiosi e momenti spettacolari (soprattutto nella Sala Treno Blu, che sarà sede di un piccolo festival di spettacoli ispirati ai libri). Il 19 novembre si terrà l’incontro “Lo spazio urbano come lingua viva” incentrato sugli elementi che concorrono a creare l’effetto-città, effetto essenzialmente linguistico. Seguirà una performance musicale di Roberto Paci Dalò a commento di immagini di Milano fotografata da cinque famosi fotografi milanesi.

BOOKCITY MILANO prevede anche diversi progetti speciali, alcuni di questi attivi da tempo sul territorio:

·       BOOKCITY UNIVERSITÀ – (Dis)integrazione? L’Università risponde

BookCity ha sempre dialogato con le Università, che hanno promosso eventi nei loro spazi, offrendo una riflessione critica sui temi della lettura. Anche quest’anno docenti e studenti saranno coinvolti nella realizzazione di programmi articolati che porteranno la città dei lettori nelle aule universitarie, nelle biblioteche, nei corridoi e nei cortili degli atenei milanesi (Statale, Bicocca, Bocconi, Cattolica, Politecnico, IULM, Accademia di Brera, Fondazione Collegio delle Università milanesi).

·       BOOKCITY PER LE SCUOLE

Mette in comunicazione due mondi a volte distanti tra loro, scuola e editoria, valorizzando l’identità editoriale di Milano, con il tessuto di case editrici (dai grandi gruppi alle piccole indipendenti), associazioni e professionisti del settore, favorendo l’avvicinamento tra industria della lettura e scuole,  facendo conoscere agli studenti i mestieri del libro. Grande interesse e partecipazione da parte delle scuole e dei promotori dei progetti: 250 scuole, 1300 classi della Città Metropolitana, 120 tra editori, associazioni, professionisti del mondo del libro, 165 progetti didattici proposti.

·       BOOKCITY PER IL SOCIALE

Iniziative di scrittura, lettura, eventi e teatro negli Ospedali, nelle Case delle Associazioni e del Volontariato, nelle Biblioteche Condominiali e nelle carceri milanesi di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria.

·       BOOKCITY YOUNG

Le biblioteche di pubblica lettura della città e dei sistemi bibliotecari dell’hinterland milanese dedicano la programmazione ad avvicinare i più piccoli ai libri e alla lettura e a coinvolgere i giovani nella grande manifestazione cittadina.

A partire dalle 18 di sabato 19 novembre fino alle 10 di domenica 20 novembre, al Padiglione Visconti, verrà proposta LE VOCI DELLA CITTÀ, maratona di lettura lunga una notte sul tema de Le Città invisibili. Al testo-guida di Italo Calvino si intersecheranno altri testi in cui la città/le città e le persone che la vivono emergono al centro della narrazione.

Gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, salvo diversamente indicato.

#BCM16Facebook: BookCity Milano | Twitter: @BOOKCITYMILANO | Instagram: @bookcitymilano

Programma scaricabile al link http://www.bookcitymilano.it/themes/bookcity/assets/files/programma-2016-low.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.