Testamento Caprotti: controllo Esselunga a moglie e figlia

Cronaca

Milano 6 Ottobre – Bernardo Caprotti ha lasciato il controllo di Supermarkets Italiani, la holding di Esselunga, alla moglie Giuliana Albera e alla figlia Marina. A loro ha infatti destinato la quota del 25% di cui poteva disporre.

Insieme alla ‘legittima’ le due donne avranno il 66,7% del capitale. Lo si apprende dopo l’apertura del testamento.

 “Faremo di tutto per salvaguardare il gruppo” Esselunga.
Questo l’unico commento di Giuseppe Caprotti, figlio dell’imprenditore brianzolo scomparso venerdì scorso, all’uscita dello studio del notaio Marchetti dove è stato aperto il testamento. Piergaetano Marchetti è stato nominato presidente di Esselunga dal cda di Supermarkets Italiani, la holding che controlla Esselunga.(ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.