Contrasto alla criminalità predatoria, stretta dei CC: 7 arresti nelle ultime ore

Cronaca

Milano 2 Agosto – Continua l’intensa attività di controllo e prevenzione nelle strade del capoluogo messa in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano che, nelle ultime ore, ha fatto registrare 7 arresti per reati contro il patrimonio.

In zona Ripamonti, i militari del Nucleo Radiomobile sono intervenuti presso un negozio di pelletteria, all’interno del quale, una 36enne italiana, con alle spalle una lunga storia di furti, era stata notata dai dipendenti mentre occultava nella propria borsa una giacca, dopo averne rotto la placca antitaccheggio. Segnalato l’accaduto al 112, la donna è stata bloccata dai Carabinieri. Nella borsa, oltre al capo d’abbigliamento, macchiato dall’inchiostro del dispositivo antitaccheggio, sono state rinvenute delle forbici da elettricista e una tronchese.

Nella stessa zona è finito in manette un 22enne pakistano, anch’egli con precedenti, irregolare sul territorio nazionale, sorpreso dagli uomini della Stazione Milano – Porta Monforte mentre cercava di avviare una berlina BMW parcheggiata in strada, di proprietà di un 37enne milanese.

In zona Porta Venezia, a finire in manette sono stati due cittadini tunisini, di 28 e 38 anni, irregolari e già noti alla Giustizia che, all’alba di ieri, sono stati visti da un residente della zona forzare la porta di un tabacchino servendosi di un coltellino multiuso. L’immediata richiesta di intervento al 112 ha consentito agli uomini del Nucleo Radiomobile la cattura dei ladri, sorpresi all’interno dell’esercizio commerciale.

In zona San Siro, i Carabinieri della Pattuglia Mobile di Zona della Compagnia Milano – Porta Magenta sono intervenuti presso un supermercato, dove due cittadini marocchini, rispettivamente di 29 e 30 anni, entrambi irregolari sul territorio nazionale, il più grande dei due con precedenti specifici, avevano occultato alcune bottiglie di alcolici all’interno di uno zaino, per poi guadagnarsi la fuga minacciando e spintonando un addetto alla sicurezza e danneggiando le porte dell’esercizio commerciale. Sono stati raggiunti e bloccati in strada dagli uomini dell’Arma. Condotti a San Vittore, dovranno rispondere di rapina.

Da ultimo, è finito a San Vittore anche un 45enne albanese, controllato in strada in zona Loreto dai Carabinieri della Compagnia Milano – Porta Monforte e risultato essere destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Venezia. Dovrà espiare 9 mesi di reclusione per furto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.