In rianimazione 14enne con ustioni gravissime, con gli amici incendiava i cestini del parco

Cronaca

Milano 1 Luglio – Sembra che lui e i suoi amici si stessero divertendo ad incendiare i cestini al parco. Un gioco folle, pericoloso, che in un attimo si è trasformato in tragedia. È bastato, con ogni probabilità, un ritorno di fiamma inaspettato per far sì che quella bravata diventasse altro.

Dramma giovedì mattina a Milano, nel “Parco in memoria delle vittime italiane nei Gulag” di via Valsesia, teatro di un incendio che ha coinvolto un ragazzino di quattordici anni. Secondo le primissime ricostruzioni apprese da MilanoToday, verso mezzogiorno il giovane era al parco con alcuni amici e insieme a loro, con delle bottigliette in mano, stava dando fuoco ai cestini.

Proprio mentre il gruppo appiccava il rogo, A.A. – queste le iniziali della vittima – è stato centrato dalle fiamme, che gli hanno causato ustioni gravissime. Il ragazzino è stato soccorso da due ambulanze, un’auto medica e i vigili del fuoco e portato d’urgenza in ospedale.

 Alle 13.13 il quattordicenne è entrato nel pronto soccorso del Niguarda, dove i medici gli hanno riscontrato ustioni di secondo e terzo grado profondo al volto, al collo, al torace e agli arti inferiori. Il ragazzino è stato poi intubato e trasferito nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sono gravi e la prognosi resta riservata. (MilanoToday)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.