#AscoltoMilano, Parisi in Zona 9: insicurezza e degrado nel totale abbandono del Comune

Milano Politica

Milano 12 Aprile – Ieri sera il candidato sindaco del centro destra Stefano Parisi ha inaugurato la serie di eventi che lo vedranno ascoltare i cittadini di tutte le 9 zone di Milano. È partita dall’ultima numericamente, la 9, e in uno dei quartieri più a nord, Bruzzano.

image002Molti sono stati gli interventi dei cittadini, molte le richieste al candidato sindaco. In particolare sono emersi problemi legati alla Sicurezza e alla criminalità, oltre che delle situazioni di criticità sofferte dalle associazioni dei cittadini. Canoni di occupazione di suolo troppo alti, tasse troppo alte per i commercianti, fondi dirottati verso le solite associazioni amiche, burocrazia asfissiante: queste le problematiche maggiori.

Il quartiere di Bruzzano è noto anche perché qui risiede da decenni l’attuale assessore alla Sicurezza, Marco Granelli. Notevole quindi che proprio sul campo della Sicurezza si sono concentrate maggiormente le critiche dei cittadini di Zona 9, dimostrazione di un fallimento annunciato. Altre critiche hanno riguardato il degrado di vie e strade, di mancate riqualificazioni promesse: un generale abbandono, che i cittadini avvertono e percepiscono nella loro quotidianità.

image003

Presenti all’incontro la capolista di Forza Italia Mariastella Gelmini, diversi consiglieri comunali come Giulio Gallera, Fabrizio De Pasquale, Silvia Sardone, e i consiglieri di Zona 9. Un momento di incontro e ascolto dei cittadini, come molti esponenti politici di centrodestra fanno da cinque anni a questa parte, a cui seguirà un momento di restituzione, di elaborazione di risposte e soluzioni per i cittadini.

Milano merita una coalizione politica che ascolti tutti i cittadini, che interpreti le loro esigenze e che sia in grado di elaborare non solo soluzioni ai problemi ma soprattutto proposte nuove e concrete per il futuro della città e delle periferie. Io credo che Stefano Parisi sia la persona giusta per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.