Trend commerciali: con il porta a porta vince il fattore umano

Notizie in evidenza

Milano 9 Febbraio – Il successo del porta a porta in anni segnati dalla crisi (+30% di fatturato dal 2010) è la miglior dimostrazione che questa formula di commercio interpreta al meglio le sfide di un mercato sempre più complesso e privo dei riferimenti tradizionali. Così si spiega la presenza del porta a porta nella top ten delle tipologia di imprese commerciali nate nel 2015 stilata dall’Osservatorio Confesercenti. Le ragioni di questo successo sono semplici: il porta a porta è una modalità di vendita proattiva, che si propone al cliente invece di attenderlo, che sa presentare e valorizzare  prodotti  sempre di alta qualità grazie a venditori formati e competenti e che fa perno sul rapporto con il cliente. Proprio per questa relazione diretta, che avviene nelle mura di casa, le aziende della vendita e i loro venditori devono osservare standard etici e professionali rigorosissimi, volti a garantire sempre la correttezza dell’attività commerciale. È in forza di queste condizioni che, a fronte di un’offerta commerciale sempre più ricca, sia per i prodotti sia per i canali di vendita, il fattore umano risulta vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.