Milano-Corte d’Assise: a processo per terrorismo internazionale i “soldati” dell’Isis

Cronaca

Milano 9 Gennaio – Il prossimo 22 febbraio davanti alla Corte d’Assise di Milano partirà il processo a carico del tunisino e del pakistano, arrestati lo scorso luglio con l’accusa di terrorismo internazionale perché nelle intercettazioni parlavano di attentati da compiere in nome dell’Isis contro una serie di obiettivi, tra cui la base Nato di Ghedi, in provincia di Brescia. Il giudice per le indagini preliminari Elisabetta Meyer ha accolto infatti la richiesta di processo con rito immediato formulata dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dal sostituto procuratore Enrico Pavone, che hanno coordinato le indagini condotte sul campo dagli uomini della Digos e dagli esperti della polizia postale.

Adesso i due imputati avranno quindici giorni di tempo per decidere se chiedere di essere giudicati con la formula del rito abbreviato. Nel corso dell’inchiesta, era emerso che i due avrebbero voluto anche arruolare altre persone che nelle intercettazioni chiamavano con l’appellativo di «soldati». Secondo i magistrati del pool antiterrorismo della Procura di Milano, i due avrebbero inoltre creato un account su Twitter e si sarebbero serviti del social network anche per postare foto di alcuni dei monumenti-simbolo, come il Duomo di Milano o il Colosseo di Roma, con messaggi dal contenuto minatorio associati alle immagini (ad esempio: “Siamo nelle vostre strade, l’Isis è tra voi”). (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.