Milano violenta anche a Natale: ma nessuno parla di sicurezza

Milano

Milano 25 Dicembre – Nei giorni scorsi, la tradizionale classifica stilata dal Sole 24 ore sulla qualità della vita nelle città italiane, ha visto Milano balzare al secondo posto, dopo Bolzano. Analizzando i dati, si nota che il primato di Milano si basa su stipendi, pensioni e standard dei servizi più alti del resto d’Italia. Se si analizza invece il dato sulla Sicurezza, si balza improvvisamente dietro a città come Roma, Catania, Reggio Calabria.

Così ci ritroviamo al 109° posto per scippi e rapine, e al 105° nella classifica per le truffe e frodi. Senza voler studiare l’eziologia di questi dati, risulta evidente che la sicurezza dei cittadini a Milano rimane su livelli molto inferiori alle altre città d’Italia. Ad ulteriore conferma di ciò, basti citare gli eventi di cronaca degli ultimi giorni.

Domenica scorsa aggressione in via Imbonati nei pressi di un locale, la vittima un 36enne boliviano ferito al collo. Il titolare del locale ha raccontato di una lite avvenuta in strada, poi degenerata. Alcuni testimoni hanno parlato di due cileni che avrebbero colpito il boliviano con un oggetto metallico appuntito per poi fuggire.

A seguito di una violenta lite con alcuni uomini, probabilmente di origine asiatica, un 26 enne magrebino è stato ferito intorno alla mezzanotte e cinquanta di ieri in via Baldinucci all’angolo con via Tartini, alla Bovisa. Sono stati alcuni passanti a dare l’allarme al 112 segnalando una rissa accanto alle aiuole che si trovano di fronte ad un bar tabacchi, a quell’ora già chiuso. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri che indagano sul caso, la vittima avrebbe avuto una lite con altri uomini.

Un ragazzo di 23 anni è stato aggredito mercoledì sera in via Val Cismon, nella periferia nord di Milano, da un gruppo di tre persone armate di bastoni e mazze da baseball che gli hanno fratturato una tibia. La vittima, sotto effetto di stupefacenti, stava rientrando a casa quando è stato aggredito attorno alle 20.30 senza alcun motivo dal gruppo che non gli ha rubato nulla.

Questi solo alcuni degli episodi più violenti, senza contare furti e rapine verificatisi sempre negli ultimi giorni. Sempre in questi giorni c’è stata una grande novità politica a Milano: l’ufficiale presentazione della candidatura di Giuseppe Sala alle primarie per scegliere il candidato sindaco della sinistra a sindaco di Milano. Non una parola è stata rivolta né da Sala né dai suoi colleghi di centrosinistra sui problemi reali della città che si troverebbero ad affrontare in caso di vittoria.

La questione della sicurezza invece dovrebbe essere la priorità di qualsiasi candidato che si appresti a fare il sindaco di Milano. E lo dimostrano i dati. Speriamo quindi che il Natale ci porti in regalo anche un vero candidato sindaco milanese, che non partecipi alla corsa come se fosse un OPA per conquistare a Renzi una nuova fabbrica di potere, ma che invece pensi seriamente a Milano e ai milanesi. So che è tanto da chiedere, persino per Gesù Bambino, ma tentar non nuoce.

Buon Natale a voi e ai vostri cari.

Gabriele Legramandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.