Per il quinto compleanno il Museo del Novecento si regala un nuovo spazio espositivo

Cultura e spettacolo

Milano 6 Dicembre – Domenica 6 dicembre il Museo sarà aperto gratuitamente con due nuove mostre focus, concerti, visite guidate gratuite e laboratori per i più piccoli

Domenica 6 dicembre il Museo del Novecento festeggia cinque anni regalandosi un nuovo spazio espositivo su Piazzetta Reale e una giornata speciale di apertura a ingresso libero dalle 9.30 alle 19.30 con mostre, concerti, visite guidate gratuite, laboratori per i più piccoli e iniziative digitali.

Era il 6 dicembre 2010 quando il Museo del Novecento aprì le sale con oltre 400 capolavori dell’arte italiana del secolo scorso provenienti dalle Raccolte civiche milanesi. Per la prima volta i cittadini e i turisti hanno potuto ammirare Piazza Duomo dalla Sala Fontana, dall’interno di un Arengario completamento rinnovato.
D’ora in avanti una timeline virtuale accoglierà i visitatori del sito del Museo del Novecento raccontando la sua storia attraverso i momenti salienti, le attività, le curiosità del più centrale dei musei milanesi. Insieme alla Collezione Permanente si potranno visitare le mostre focus allestite nei suoi spazi: al piano terra, la mostra “Eugenio Carmi. Appunti sul nostro tempo” che si concentra sulla produzione e sulla ricerca artistica di Eugenio Carmi, tra il 1957 e il 1963, a partire dall’opera Appunti sul nostro tempo donata al Museo milanese nel 2014. Fino al 28 febbraio 2016. Al quarto piano, la mostra “Licalbe Steiner, grafici partigiani”, la prima monografica realizzata dopo la scomparsa di Lica nel 2008 e illustra la storia e il lavoro di Albe e Lica Steiner. Un percorso suggestivo tra materiali, testimonianze, lavori grafici, fotografie e video sulla vita e l’opera di entrambi i protagonisti, ciascuno con una storia e un’identità proprie, ma legati dal 1938 in maniera indissolubile nel privato e nel lavoro. Fino al 28 febbraio 2016.  “Milanopiazzaduomo”, mostra fotografica di Gabriele Basilico e Marina Ballo Charmet, che rende omaggio a piazza Duomo, luogo che appartiene all’immaginario collettivo della città, riletto con linguaggi fotografici differenti. Negli scatti dall’alto, Gabriele Basilico restituisce la grandezza e la complessità dello spazio, mentre Marina Ballo Charmet si concentra nella ripresa dal basso, nel dettaglio periferico e inedito. Fino al 26 febbraio 2016.

8 Eugenio Carmi Senza titolo, 1957 olio e collage su carta, cm 46 x 45 collezione dellÔÇÖartista

La giornata sarà accompagnata dalla musica, storica protagonista della programmazione. Il programma musicale a cura dell’Associazione Nomus prevede che dalle 10.00 alle 18.30 si alternino intermezzi musicali e teatrali diffusi nelle sale: dal Jazz di Enrico Intra con i Civici Corsi di Jazz, al Prologo de “La Tempesta perfetta” di Franco Brambilla con Statale9teatro, alla performance di Dario Bonuccelli dedicata allo scorrere del tempo con l’esecuzione di Vexations di Erik Satie, alla chitarra di Andrea Monarda. In particolare: 10.00/11.30, Sala Rampa, Andrea Monarda alla chitarra eseguirà musiche di Bacalov, Morricone, Gaslini, Colombo Taccani, Bosco, Mosca, De Pablo, Torroba e Llobet.
ore 10.30, Sala Arte Povera. Il compositore e jazzista Enrico Intra al pianoforte verrà accompagnato da Caterina Caramella al violino, Marco Punzi alla chitarra e Gabriele Negri al contrabbasso, allievi dei Civici Corsi Jazz di Milano; dalle 15.00 19.00, Sala Arte Povera: Dario Bonuccelli al pianoforte suonerà Vexations, di Erik Satie (il brano viene ripetuto 840 volte fino alla chiusura del Museo). In collaborazione con l’Associazione Culturale Profondità di campo. ore 16.30/17.30/18.30, Sala Fontana: Prologo da La Tempesta perfetta, testi di Nanni Balestrini, ideazione e regia di Franco Brambilla, produzione Statale9teatro, con Barbara Nicoli, Marta Lovato e Nicolò De Giosa”. Un programma di eventi per adulti e bambini arricchisce la giornata di festa con visite ludiche gratuite, laboratori interattivi del ciclo “Il Mio Amico Museo” e percorsi speciali lungo il Novecento tra arte, scultura, fotografia e design. Alle 17 appuntamento nella Manica Lunga per un rinfresco offerto ai visitatori da Giacomo all’Arengario, ristorante del Museo del Novecento.

Visite guidate gratuite previa prenotazione per adulti e bambini: ore 10.00/14.00  “Guarda, ascolta, muoviti!” Visita ludica per bambini, dai 4 ai 5 anni, accompagnati per scoprire, attraverso un percorso interattivo, l’arte del ‘900. Le opere d’arte si guardano ma, se si presta attenzione, ci si accorge che si possono anche ascoltare, come sosteneva Vasilij Kandinskij. I bambini saranno invitati a comprendere come le forme e i colori possiedano anche una “voce”. Ore 11.00/15.00  “Colore, linea, forma: l’ABC dell’arte”: visita guidata interattiva per avvicinare i bambini, dai 6 ai 10 anni, ai fondamenti del procedimento artistico. I piccoli visitatori verranno stimolati a “smontare” le opere alla ricerca degli elementi fondamentali di cui sono composte (colore, linea, forma), per comprenderne la funzione. Ore 10.30/11.30/14.30/16.00/16.30/17.00: “Viaggio lungo nel secolo breve A/R”, visita guidata per scoprire le diverse tendenze artistiche del ‘900 in un dialogo costante tra pittura, scultura, architettura, musica, fotografia e design. Il “viaggio” sarà accompagnato da contenuti audio per ascoltare musiche o le voci di alcuni artisti. Prenotazioni per massimo 25 persone www.museodelnovecento.org;  tel. 02 6597728
Possibilità di adesione in Museo il giorno stesso fino ad esaurimento dei posti disponibili.

laboratorio

Grazie al progetto “Il Mio Amico Museo”, nell’arco della giornata sono previsti due laboratori per bambini e ragazzi: ore 10.45 – “Che forma ha il silenzio?” laboratorio per bambini, dai 6 ai 10 anni. “Composizione” di Vasilij Kandinsky sarà il punto di partenza del percorso che introdurrà in un mondo di segni, colori e musica. I bambini proveranno a dipingere suoni e ritmi cercando di dare loro segno, forma e colore per creare una personale partitura pittorica. Ore 15.30 – “Stop Motion cinetico futurista” laboratorio per ragazzi dagli 11 ai 14 anni. L’attività parte con l’osservazione delle opere futuriste e di arte cinetica; in laboratorio viene sperimentata la tecnica della Stop Motion, passando dall’animazione di singole fotografie all’abc di un software per il montaggio dei video. I ragazzi lavorano alla realizzazione di piccole animazioni. Durata: 120 minuti, € 8.00 a partecipante. Biglietto gratuito d’ingresso al Museo. Informazioni e prenotazioni: dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 18,30, tel. 02.92 800918 – www.ilmioamicomuseo.it
I primi 5 visitatori della giornata riceveranno in omaggio la Card OttoNovecento, il programma membership che dà diritto all’ingresso gratuito e alle tante iniziative dedicate agli Amici del Museo del Novecento.  INFO tel. 02 88444061 c.museo900@comune.milano.it  www.museodelnovecento.org; orari: lunedì 14.30 – 19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30; giovedì e sabato 9.30 – 22.30 Ingresso: intero € 5, ridotto € 3, gratuito under 25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.