Parla il più grande designer di moto del mondo, Miguel Galluzzi: “Ecco il pensiero futurista della mia Moto Guzzi”

Video
Milano 19 Novembre – Miguel Galluzzi, argentino come Bergoglio, vive in California, a Pasadena,  e come uno scout delle maison di moda sta alla finestra della strada, e per la strada coglie le nuove tendenze che nascono dagli smanettoni californiani: manubri, sensazioni, tubi di scarico, sellerie, nuove forme di rappresentazioni delle moto.1 Galluzzi , rappresentante del “ pensiero futuristico guzzista”,  raccoglie idee, le rielabora, gira per i raduni  dei biker, poi nutre di  disegni e progetti lo staff  pisano del gruppo Piaggio. Da questo lavoro, sempre connesso con il futuro, nascono i nuovi modelli metropolitani della Guzzi che stanno diventando una icona  tra i giovanissimi nomadi  delle città. Miguel però non disdegna  di progettare anche  accessori per moto, come leziose borse in pelle per una lady a  cavalcioni di  una moto Guzzi color perla. O versioni enduro della mitica V7 con sacche in cuoio da postino.2

Una marca storica, la Guzzi, che gronda tradizione: ora nel gruppo  Piaggio, sotto la guida del suo patron Roberto Colaninno, sta vivendo  un clamoroso successo di vendite e di immagine  nel mondo. “E’ un marchio storico  che continua a reinventarsi, racconta  con orgoglio Miguel Galluzzi, è una moto che interpreta il futuro, senza fare troppo casino”.

Ma qual’è la filosofia del biker guzzista ? “ Stile. Però io mi compro la moto, e poi la personalizzo perché diventi mia: è  questo lo  spirito  dell’aquila di Mandello. E la Guzzi è  tutto ferro , stile e tradizione italiana: ecco perché ha successo.”3

Dal suo centro studi a Pasadena, in California, Galluzzi  progetta le nuove motociclette futuristiche Guzzi  ( Galuzzi come Marinetti? Chissà…) : ora sono esposte come sculture  fino a domenica al salone internazionale del motociclo Eicma, alla Fiera di Rho.

Creature  metalliche  e cromate , oppure dark  e tenebrose che  stanno scalando le vendite mondiali, e insidiano il trono della Harley Davidson…come la  reginetta di questo salone, la V9 bobber, la concorrente della blasonata 1200 fortyfour della Harley.4

Oppure  la cinematografica MGX, una quasi” bat moto” che verrà presentata  nella prossima estate a Sturgis, in America, reame  della moda  custom  e  pascolo  di Willie Davidson, il designer  storico della Harley.

Già :  pare che Willie e Miguel  abbiamo  studiato design in California, un tempo, nella stessa cittadina, Pasadena…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.