Sardone: Spacciatore nel cimitero, ignorata da tempo la mia segnalazione

Milano

Milano 10 Novembre – E’ passato un anno da quando segnalai la presenza di sbandati, extracomunitari e spacciatori all’interno dell’ex cimitero di Crescenzago.  Chiesi che l’area fosse messa in sicurezza perché, quelle cappelle di famiglia trasformate in abitazioni, oltre a essere indignitose e insalubri per chi le abitava, potevano anche diventare il rifugio di qualche criminale.
Nonostante la notizia, ai tempi, sia stata ripresa dalla stampa locale  e fatta oggetto di una discussione in aula, da allora non è stato fatto nulla. Il comune ha completamente ignorato una situazione di cui era stato messo al corrente, OPERAZIONE HALLOWEEN, ARRESTO TUNISINO PER DETENZIONE DROGAomettendo d’inviare i tecnici a sigillare l’area e di  avvisare Forze dell’Ordine, che altrimenti sono certa sarebbero intervenute.

Risultato di queste mancanze l’aver concesso un rifugio e un nascondiglio sicuro a uno spacciatore tunisino (e chissà quanti altri), fino a quando la Polizia non lo ha individuato e arrestato, sequestrandogli mezzo chilo di eroina. Chissà quanta droga in meno sarebbe circolata per le nostre strade, se la Giunta, in particolare l’Assessore Granelli, avessero provveduto a bonificare l’area quando gli era stato segnalato lo stato in cui versava. E’ l’ennesimo episodio che sancisce, di fatto, l’incapacitò del Comune di ascoltare le segnalazioni del territorio e agire per garantire sicurezza e  combattere il degrado nelle periferie. Se persino un ex cimitero occupato e regno della criminalità non smuove l’amministrazione, risulta chiaro che la sicurezza non è una priorità per Pisapia e compagni.

firma sardoneSilvia Sardone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.