Corvetto: rapinarono 200mila euro a macellaio islamico. 5 arresti e vittima indagata

Cronaca

Milano 28 Ottobre – Avevano ideato un colpo da record portando via un bottino di 200mila euroCinque rapinatori originari di Minevrino Murge (Barletta), che il 28 maggio scorso avevano fatto irruzione in una macelleria islamica in via Polesine (zona Corvetto) indossando pettorine dei carabinieri e mostrando tesserini della polizia, sono stati arrestati stamattina. Si tratta di A. C., 33 anni, originario di Minevrino Murge, ma residente a Parma, F.S, 45 anni, P.D. S., 51 anni, C. B., 41 anni, già condannato per aver rapinato e ucciso a bastonate un’anziana nel 1997, e P. P., 55 anni, con precedenti per associazione delinquere, riciclaggio. Stando a quanto emerso, anche la vittima, un trentenne incensurato di origine marocchina, apparteneva al malaffare, ed è stato denunciato a piede libero per riciclaggio. Per gli investigatori, infatti, il denaro che aveva in casa non era solo frutto delle vendite di carne halal, ma anche del traffico di droga del quartiere.

Il piano era stato ben congegnato. Il 21 maggio scorso, una settimana prima del colpo, i cinque avevano fatto un sopralluogo nel palazzo di via Polesine dove si trovano la macelleria e l’appartamento del titolare, ma si erano allontanati a causa delle telecamere di sorveglianza. Il giorno della rapina avevano anche cercato di cancellare ogni traccia della loro presenza a Milano asportando il server delle immagini di videosorveglianza dalla portineria. Ma non avevano fatto i conti con un gruppo di magrebini che si trovavano nella vicina piazza Ferrara i quali, notando il trambusto, hanno chiamato il 112. A quel punto i rapinatori sono scappati con il bottino, ma nella fuga hanno dimenticato uno zaino.(Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.