La sosta per disabili fai da te

Fabrizio c'è Milano

Milano 19 Ottobre – Come è diversa la Milano raccontata da Sindaco e Assessori da quella vera di una periferia, per esempio Via Giambellino.

Ieri mattina avevo ancora in mente le parole del nostro Sindaco che raccontava quanto è migliorata Milano grazie a lui. Poi pensavo a Majorino che magnificava la Milano dei diritti. Mi tornava in mente Maran quando sostiene che tutto il mondo studia Milano per la mobilità. E quasi quasi credevo anche alla Rozza quando annuncia numeri da fantascienza sui lavori che stanno sempre per partire anche se ancora non si vedono.

Mentre rimuginavo queste belle intenzioni, sempre rilanciate da una stampa inginocchiata davanti agli arancioni, mi sono imbattuto in una immagine incredibile ma vera.

In Via Giambellino appunto, i parenti di un disabile, stufi delle promesse di intervento del Comune, hanno deciso di dipingere loro l’area sosta destinata al loro congiunto. Dopo i lavori estivi di manutenzione stradale, il Comune non si era più curato di ridipingere l’area dedicata al parcheggio del disabile, con disagi facilmente immaginabili per chi ha il diritto di parcheggiare vicino casa. E così si sono armati di una bomboletta gialla e hanno tracciato il posto riservato sull’asfalto davanti al numero 58 di Via Giambellino

Non sappiamo se i solerti burocrati di Palazzo Marino faranno una multa agli autori delle righe gialle. Sappiamo però che versando a Pisapia il 120% in più delle tasse che si pagavano alla Moratti, i milanesi avrebbero diritto ad avere assicurate le manutenzioni più elementari in tempi civili. E l’attenzione verso i disabili non dovrebbe tradursi solo in slogan e convegni ma anche in atti concreti verso chi ha più bisogno di sostegno.

Fabrizio De Pasquale, Consigliere Comunale di Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.