Mantovani apre un nuovo reparto di radiologia a Cuggiono

Lombardia

Milano 11 Ottobre – “L’88% degli abitanti dei nostri Comuni sceglie l’ospedale di Cuggiono per le proprie esigenze sanitarie, perché si fida del progetto salute qui offerto; e questo è senz’altro merito di tutti i medici e operatori sanitari, perché sono prima di tutto loro a fare l’eccellenza della sanità lombarda” così Mario Mantovani, vice presidente di Regione Lombardia, all’inaugurazione della nuova Unità operativa di Radiologia/diagnostica per immagini presso l’ospedale di Cuggiono.mantovani-assessore

I lavori relativi all’Unità operativa di Radiologia rientrano in un intervento generale che ha investito lo stabilimento ospedaliero di Cuggiono, mirato all’adeguamento normativo di accreditamento, alla prevenzione incendi, all’adeguamento sismico e l’adeguamento degli impianti tecnologici nonché la realizzazione di nuove sale operatorie. 2.000.000 DI EURO – La realizzazione del nuovo reparto di Radiologia, situato al piano terra del nuovo edificio, è costata 2.000.000 di euro.

Nel corso dell’anno 2015 sono stati eseguiti i lavori di installazione e fornitura della nuova TAC a 16 strati, finanziata con i fondi regionali per 333.000 euro, nonché i lavori per il trasferimento delle apparecchiature radiologiche esistenti e il completamento della segnaletica, con fondi aziendali per circa 200.000 euro.

Investire in salute significa migliorare la vita delle persone: in questi anni l’Azienda Ospedaliera di Legnano ha ricevuto quasi 17 milioni di risorse da Regione; è dunque facile comprendere per quale motivo dall’estero ci chiedano costantemente di attivare collaborazioni in campo sanitario: il nostro sistema e le nostre strutture sono all’avanguardia e in continuo miglioramento. Ho avuto modo di incontrare delegazioni di diversi territori del Sud America ed Europa in queste settimane e l’interesse maggiore per loro è l’eccellenza del nostro sistema sanitario“.

Sono dunque orgoglioso di aver anche proposto l’inserimento nella Riforma della sanità dell’Agenzia per la promozione del sistema sociosanitario lombardo nel mondo, che il Consiglio regionale ha approvato nel mese di agosto, e mi auguro proprio che il Consiglio dei Ministri decida di non opporsi alla nostra legge di Riforma“, conclude Mantovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.