Irruzione dei Carabinieri all’ex Istituto Cardarelli-Massaua: 70 cittadini extracomunitari identificati

Cronaca

Milano 7 Ottobre – Si è sviluppato lungo tutto l’arco della giornata di ieri l’imponente controllo effettuato dai militari della Compagnia Carabinieri di Milano “Porta Magenta” che all’alba hanno effettuato un’irruzione all’interno dello stabile abbandonato di via Strozzi, ex sede dell’istituto scolastico “Cardarelli – Massaua”.

L’edificio, di proprietà del Comune di Milano, era stato chiuso nel 2013 e, nel corso del tempo, era diventato rifugio e meta di numerosi sbandati della zona, di tossicodipendenti e polo attrattivo per la ricettazione degli oggetti sottratti agli abitanti del quartiere vittime di furti e di rapine.

L’intervento è stato effettuato con un massiccio dispositivo che ha visto impiegati, oltre ai Carabinieri dell’Arma Territoriale, quelli del 3° Rgt Carabinieri “Lombardia” e le unità del Nucleo Cinofili di Casatenovo (LC).Carabinieri Nucleo Cinofili

Lo scopo del servizio era quello di identificare il maggior numero di persone presenti nello stabile al fine di acquisire elementi informativi utili a dare riscontro all’attività di polizia giudiziaria per contrastare i reati predatori in quella porzione del territorio cittadino.

70 sono i cittadini extracomunitari identificati di cui 56 sottoposti alle cosiddetta procedura del “fotosegnalamento” e nei cui confronti è stato avviato l’iter previsto per l’allontanamento dal territorio nazionale. Solo 14 sono risultati gli stranieri muniti di regolare permesso di soggiorno ma, comunque, nei loro confronti e degli altri 56 si è proceduto alla segnalazione all’A.G.. ai sensi dell’art. 633 c.p. (Invasione di terreni ed edifici). Ed ancora, durante le verifiche, due persone sono state trovate in possesso di 3 gr di hashish, pertanto segnalate, in qualità di assuntori, alla locale Prefettura.

Tra le varie masserizie abbandonate sono state rinvenute, in un locale adibito a deposito, sei biciclette di provenienza furtiva. In particolare una di queste è già stata restituita all’incredulo proprietario che il giorno precedente ne aveva subito il furto in Piazzale Cadorna. Recatosi in caserma per la denuncia aveva allegato al verbale una foto della bici. Grazie a quella fotografia i Carabinieri hanno potuto restituirgli l’amata bicicletta.

Le restanti 5 sono custodite presso il Comando Stazione Carabinieri di Milano “Porta Genova” (02/48007341), a disposizione della cittadinanza.

Al termine, i Carabinieri hanno constatato e documentato l’estremo degrado del luogo che, di fatto, si è trasformato in una discarica a cielo aperto ed i cui locali sono invasi da rifiuti di ogni genere, deiezioni e liquami. La situazione è stata riferita alle competenti Autorità sanitarie per i provvedimenti di competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.