Bilancio, Pedrazzini: raddoppiato impegno su Aler, risorse sanità e infrastrutture

Approfondimenti Lombardia

Milano 30 Luglio – «Nonostante le difficoltà di bilancio e i tagli consistenti da Roma, siamo riusciti a stanziare risorse ancora maggiori di quelle annunciate soltanto due giorni fa. Ho presentato alcuni emendamenti con i quali siamo intervenuti in settori cruciali come la casa, le infrastrutture, il lavoro, il territorio, le attività produttive e la sicurezza». 

 Il presidente del Gruppo Forza Italia in Consiglio regionale della Lombardia Claudio Pedrazzini ha presentato emendamenti al testo di legge sull’Assestamento di Bilancio della Regione Lombardia, approvato oggi in Aula, che consentiranno di destinare diversi milioni di euro su numerosi capitoli di spesa fondamentali per i lombardi.

 «Tra gli investimenti prioritari ci sono quelli relativi alla Casa – sottolinea Pedrazzini –, settore al quale saranno destinati 180 milioni di euro, più del doppio rispetto a quanto definito precedentemente. Di questi, 100 milioni serviranno per un programma straordinario di recupero e riqualificazione degli alloggi sociali di proprietà  Aler. Saranno invece 200 i milioni disponibili per il fondo investimenti, ripartiti tra la sanità e le infrastrutture. Ai 16 già previsti dal mio emendamento sono stati aggiunti inoltre 3 milioni per le bonifiche, il ripristino e la riqualificazione ambientale dei siti inquinati, la salvaguardia dell’ambiente, lo sviluppo delle attività sostenibili e le misure di prevenzione dell’inquinamento ambientale. Rimangono confermati i 50 milioni del mio emendamento per il territorio e la difesa del suolo e delle acque, come ad esempio i progetti di risistemazione idrica del bacino idrografico del Po o gli interventi di riassetto idrogeologico della Valtellina».

 «Con altri emendamenti –  prosegue l’esponente di Forza Italia –  saranno inoltre previsti ulteriori contributi per le attività produttive e il lavoro. 250 milioni di euro saranno destinati al reddito di emergenza per il sostegno delle fasce deboli e degli inabili al lavoro. Cifra che si sommerà ai 220 milioni di euro previsti dall’Asse 2 del Fondo sociale europeo e che formerà la base per le politiche di sostegno al reddito per chi ha bisogno e chi merita. Altri 9 milioni di euro saranno destinati al fondo per finanziare progetti a favore di soggetti pubblici e per interventi a sostegno delle imprese artigiane. 5 milioni di euro verranno investiti sull’attrattività delle imprese e un milione per i contratti e accordi di solidarietà».

 «Sul tema sicurezza – rimarca Pedrazzini – siamo intervenuti invece per prevedere 5 milioni di euro per la videosorveglianza dei Comuni, 2 milioni di euro per quella delle case Aler e altri 2 milioni per garantire maggiore sicurezza sui treni».

 «Oggi più che mai – conclude il Presidente azzurro – bisogna lavorare con la precisione di un chirurgo per allocare al meglio ogni risorsa disponibile ed evitare qualsiasi forma di spreco di denaro pubblico. La disponibilità e la coesione della maggioranza hanno consentito di raggiungere un ottimo risultato. Sull’Aler, in particolare, l’impegno della Regione sarà molto importante e consentirà di far fronte a diverse criticità che si sono manifestate nel corso del tempo, soprattutto sulla città di Milano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.