Incendi devastano San Teodoro e la Gallura, turisti in fuga, case e hotel evacuati

Cronaca

Milano 29 Luglio – Due incendi, divampati quasi contemporaneamente a San Teodoro e Porto Istana, sulla costa a sud di Olbia, stanno mettendo a dura prova la Sardegna. Il fuoco, alimentato dalle raffiche di ponente, si è diretto, tra le 14.30 e le 15 di martedì, verso le case e gli alberghi. Vigili del fuoco, protezione civile e forze della ordine hanno predisposto l’evacuazione di numerose abitazioni in entrambe le località. Fatto sgomberare anche l’hotel Ollastu a Costa Corallina. Gravi disagi si registrano alla viabilità. Sul posto in azione Canadair ed elicotteri antincendio. Martedì il bollettino di previsione della Protezione civile della Regione segnalava un codice rosso per il pericolo di roghi, in particolare in Gallura, nel Cagliaritano e nel Nuorese. Un’allerta che è coincisa con la giornata delle celebrazioni, a Tempio Pausania, della XXXII commemorazione dei morti di Curraggia: era il 28 luglio 1983 quando, al termine di una lunga lotta contro il fuoco, sulla collina di Curraggia nove persone persero la vita.

Fiamme raggiungono la spiaggia di Porto Istana

Il vasto fronte degli incendi è stato domato dopo 3-4 ore: «Il vento di maestrale è notevolmente calato, l’incendio è sotto controllo e non ci sono stati danni alle persone», ha detto il direttore dell’Ispettorato Forestale di Tempio, Giancarlo Muntoni, nel fare un primo bilancio. L’incendio a San Teodoro, scoppiato appunto intorno alle 14.30, ha interessato le campagne tra le frazioni di L’Alzoni e Nuragheddu. Il rogo ha poi lambito la borgata di Murta Maria e Porto Istana, spiaggia tra le più frequentate del litorale di Olbia. Gravi problemi anche per la circolazione: le auto provenienti dalle Saline e dirette in città sono state dirottate sulla bretella di Spiritu Santu che immette sulla strada statale 131 Dcn Olbia-Nuoro-Abbasanta. La protezione civile del Comune di Olbia ha chiesto alla popolazione di evitare qualsiasi spostamento verso la zona interessata. (Corriere)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.