Il caldo nemico dei farmaci: ecco come conservarli

Scienza e Salute

Milano 6 Luglio – In estate meglio farmaci in pasticche che in formulazioni liquide, più vulnerabili agli effetti delle alte temperature. E poi mai tenere le medicine esposte alla luce, e diffidare se cambiano aspetto. La validità di un farmaco è legata anche alla sua corretta conservazione, e la canicola è ‘nemica’ dei medicinali.“Soprattutto in estate, quando le temperature salgono, è bene tenere a mente semplici regole per conservare correttamente i farmaci” spiega all’Adnkronos Salute Ovidio Brignoli, vice presidente della Società Italiana di Medicina Generale (Simg).

“Le caratteristiche dell’ambiente in cui vengono conservati i farmaci, infatti, possono alterarne la composizione e l’efficacia. Questo vale per tutti i farmaci: sia quelli da banco, che acquistiamo autonomamente senza obbligo di ricetta e che conserviamo in casa o portiamo in vacanza per curare i lievi disturbi, sia per le terapie che seguiamo abitualmente, ad esempio quelli per la pressione alta, per il cuore, la pillola anticoncezionale”. Ecco dunque 7 semplici regole, studiate insieme agli esperti di Assosalute, da ricordare per conservare correttamente i farmaci:

1) Accertarsi sempre delle modalità di conservazione indicate dai foglietti illustrativi: alcuni farmaci, infatti, prevedono una conservazione in frigorifero.

2) Evitare forti sbalzi di temperatura: è consigliabile non superare i 30°C (meglio mantenersi sui 25°C) per cui, soprattutto se si è in viaggio, è bene non lasciare i farmaci in macchina sotto il sole. Sono dannose anche le temperature troppo basse, per cui ad esempio è bene verificare se è il caso di conservarli nel frigo; se si viaggia in aereo è sempre meglio tenere la valigetta dei farmaci nel bagaglio a mano: nelle stive degli aerei la temperatura scende anche di molti gradi sotto lo zero.

3) Prestare attenzione all’umidità: quella presente per esempio in un bagno non ben aerato, può alterare capsule, compresse e cerotti medicati.

4) Se il farmaco è disponibile in diverse formulazioni, preferire quelle solide rispetto alle liquide che, contenendo acqua, sono maggiormente sensibili alle alte temperature.

5) Conservare i farmaci in contenitori adatti, meglio se termici.

6) Fare attenzione al loro aspetto: se i medicinali appaiono diversi dal solito è bene consultare il medico.

7) Non sostituire mai la confezione originale: la confezione aiuta a rendere sempre riconoscibile un farmaco; riporta la data di scadenza e conservandola siamo certi di non perdere il foglietto illustrativo, fonte preziosa di informazioni. (Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.