Greco come fosse Las Vegas. Nessuno rispetta gli orari di spegnimento delle slot machine.

Milano Società

Milano 25 Giugno – Come accade nel resto della città, molti dei residenti di Greco Milanese, colpiti dalla crisi economica hanno pensato di potere risolvere i loro problemi di denaro – aggravandoli – giocando d’azzardo, un vizio che per molti ha assunto risvolti patologici. A favorire questo fenomeno il mancato rispetto delle regole da parte della maggioranza degli esercenti della zona, che ignorano completamente i regolamenti comunali e tengono le slot machine accese ben oltre gli orari consentiti, cioè: dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00, di tutti i giorni, festivi compresi. Uno sciacallaggio con pesanti conseguenze sociali fatto sulle spalle di persone in difficoltà e in sfregio alla legge, che le autorità sembrano non vedere, o, speriamo non sia così, non volere vedere.

Stanchi delle continue segnalazioni di persone messe in ginocchio dalle perdite al gioco, abbiamo pensato fosse giunto il momento d’intervenire, nel tentativo di aprire gli occhi alla Pubblica Amministrazione. Per una settimana alcuni membri del Comitato hanno monitorato i locali pubblici di Greco, constatando che almeno quattro quinti di quelli visitati tenevano le slot accese anche negli orari in cui è vietato. Tutte le visite sono state filmate e stralci dei video realizzati sono visibili sul sito del Comitato nella speranza che, prima di passare alle denuncie, bastino questi a fungere da deterrente nei confronti di quelli che vi riconosceranno i loro esercizi.

A rendere ancora più spiacevole la situazione vi è la sensazione che i primi a non dare peso al regolamento siano gli stessi che lo hanno redatto. La continua osservazione ha infatti permesso di sfatare la leggenda urbana secondo la quale gli esercenti si avvisano fra loro, se in piazza o nelle vie limitrofe compaiono delle divise. Nulla di più lontano dalla verità, la Polizia Locale è stata vista spesso nei pressi di locali dove la gente era intenta a giocare, senza che avvenisse nessuno spegnimento. Nel tentativo di porre fine a questa indifferenza, abbiamo chiesto a un consigliere di zona, di presentare una mozione con cui chiedere un intervento delle autorità, rendendole edotte su quanto accade, perché in futuro non possano dire che non ne sapevano nulla.

Comitato Civico Greco 2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.