Bruzzano: il Comune regala uno spazio all’uso esclusivo della comunità peruviana. Basta con la ghettizzazione degli italiani!”

Milano

Milano 13 Giugno – “Con il progetto Plaza Perù  il Comune vorrebbe concedere uno spazio di tutti i cittadini, alla sola comunità peruviana. – Spiega Gabriele Legramandi, membro del Dipartimento Regionale Sicurezza e Periferie di Forza Italia e consigliere di zona 9 – L’ampio piazzale presente fra via Oroboni e via Morlotti, sarebbe così destinato all’uso esclusivo della comunità peruviana, per celebrare propri riti, feste e attività culturali, prevedendo addirittura la costruzione di una sorta struttura celebrativa, integrandosi non si sa come con la città stando solo fra di loro”
“Sono altre le esigenze di Bruzzano – continua Legramandi – servirebbero centri di aggregazione, ma per tutti i residenti, peruviani compresi, non certo destinati solo a loro da qualunque parte della città provengano.  Conoscendone le abitudini, è inoltre impossibile non farsi cogliere dal timore che la sera il luogo diventi sede di feste e schiamazzi con grave disturbo per i cittadini. Quali garanzie vi sono che ciò non accadrà e chi si occuperà di vigilare su di essi?”
“Ci domandiamo chi sia nella Giunta a sostenere la richiesta delle molte associazioni di Peruviani che l’hanno presentata e perché sia stato scelto proprio questo luogo per intraprenderla? Non staremo certo a guardare – conclude Legramandi – e tratteremo solo con il nostro naturale interlocutore: il Comune di Milano. Se non saremo ascoltati, non esiteremo ad occupare lo spazio con l’aiuto dei cittadini, questa volta nulla sarà fatto prima che anche loro siano stati consultati”.
A sostegno di Legramandi, è intervenuta Silvia Sardone, Coordinatrice del Dipartimento Sicurezza e Periferie di Forza Italia Lombardia: “E’ l’ennesimo scandaloso tentativo della Giunta Pisapia, di cedere la sovranità di una parte del territorio di Milano, nel nome della solita fraintesa integrazione che si trasforma in ghettizzazione. Sempre più spesso in quella degli italiani”. Ha dichiarato la Sardone, per poi concludere: “Come sempre sarò al fianco dei cittadini e dei colleghi che chiedono la mia collaborazione. Fortuna vuole che nelle prossime settimane avessi già previsto un gazebo a Bruzzano, sarà l’occasione per sentire il parere dei cittadini e riportarlo a chi di dovere, sperando che gli arancioni non mettano i loro interessi elettorali e l’ideologia davanti ai desideri dei milanesi”.