REGIONE LOMBARDIA RENDE I TRENI A MISURA DI PORTATORE DI HANDICAP

Lombardia

Milano 24 Aprile – “E’ grande l’attenzione della Regione Lombardia nei confronti della mobilità e dell’accessibilità ferroviaria per i diversamente abili“. Lo ha sottolineato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte, aprendo i lavori del convegno ‘Il trasporto ferroviario regionale al servizio della mobilità ridotta. Gli interventi sulla rete Ferrovienord’.

Per questo tutti i treni recentemente acquistati e che stanno entrando in servizio – ha aggiunto – sono dotati di apposite pedane di accesso. Allo stesso tempo stanno alessandro sorteterminando anche i lavori di adeguamento di tutte le stazioni di FerrovieNord, che, entro l’anno prossimo, saranno completamente accessibili a chi ha problemi di mobilità“.

Proprio in questa direzione, Regione Lombardia, dal 2012, ha previsto che nel contratto di servizio di Trenord venisse inserito un articolo dedicato alla fruibilità dei servizi di trasporto in cui Regione, Trenord e il gestore della rete si impegnano a “migliorare progressivamente le condizioni di fruibilità del servizio da parte delle persone con disabilità e ridotta mobilità“.

Per quanto riguarda il periodo Expo – ha continuato Sorte – abbiamo fatto quanto fino a oggi possibile, certo potremo e dovremo fare ancora di più“.

 L’assessore ha quindi ricordato lo stanziamento di oltre 520 milioni di euro per il rinnovo del materiale rotabile, che porterà a disporre di 63 nuovi treni entro il 2016. Ventisette sono già in servizio (30 a fine aprile) e hanno tutte le caratteristiche adatte per poter essere utilizzati da persone con ridotta mobilità. Per quanto riguarda le stazioni, invece, Regione Lombardia finanzia importanti interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche sia nelle stazioni di FerrovieNord sia in quelle gestite da Rfi.

 FerrovieNord, nel corso degli ultimi anni, dal 2013 al 2015, ha realizzato l’innalzamento di banchine a 55 centimetri, per favorire l’incarrozzamento a raso, la realizzazione di sottopassi, l’installazione di ascensori e la messa in opera di pensiline. Sugli oltre 320 chilometri di rete gestiti da FerrovieNord sono presenti oltre 120 stazioni nel territorio delle Province di Milano, Brescia, Varese, Como, Monza Brianza e Novara. Di queste, oggi, l’80 per cento è pienamente accessibile alle persone con mobilità ridotta, ma l’obiettivo dell’azienda è di portare questa percentuale al 100 per cento entro il prossimo anno. Adeguamenti che hanno portato all’innalzamento delle banchine, l’installazione di ascensori che consentono l’ingresso delle carrozzine, la realizzazione di sottopassi, rampe e scivoli, l’adeguamento delle porte d’ingresso e la realizzazione di parcheggi riservati che, oggi, sono 200.