Scelta Civica sceglie Renzi. E per Monti un De Profundis

Politica

Milano 7 Febbraio – Ma sì un De Profundis Monti se lo merita. Oggi a rappresentare Scelta Civica ci sono tre gatti, non per modo di dire, ma di fatto: Monti, Della Vedova e Zanetti. Renzi, dal fascino irresistibile, ha convinto a passare nel PD il ministro all’Istruzione Stefania Giannini, il viceministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda, i senatori Gianluca Susta, Alessandro Maran, Linda Lanzillotta e Pietro Ichino. E dalla Camera Ilaria Borletti Buitoni e Irene Tinagli. Chapeau, una campagna acquisti esemplare, da politico di razza, macho, pieno di inventiva e di risorse. Porteranno, dicono gli interessati, le loro idee liberal democratiche che, dico io, si sposeranno benissimo con le idee di Vendola, nuovo convertito, dopo l’elezione di Mattarella,  alla causa di Renzi. Perchè Santo Mattarella, beatificato d’emblée da quasi tutta la stampa, è ecumenico, trasmette valori eterni e universali, ha la sobrietà del Giusto, la voce calda del papà arbitro imparziale. Se non ci fosse già Papa Francesco, avremmo un Papa nuovo di zecca, tanto ha saputo essere convincente. E Renzi ha gongolato, si è pavoneggiato, ha aperto le braccia agli esuli, agli indecisi, ai dubbiosi. Il carro è diventato un treno a cui si può aggiungere quando si vuole una carrozza nuova. Oggi la carrozza è per Scelta Civica, ma domani, forse sarà l’approdo peri grillini fuoriusciti o per i malpancisti di Ncd. Chissà. La politica è anche questa. Le idee possono essere capovolte, distorte, opportunamente cambiate, pur di stare dalla parte di chi vince. E’ l’evoluzione del pensiero, si dirà. O, semplicemente, il cinismo degli uomini che sanno piegare la testa per stare dalla parte giusta. E, quindi, addio al Monti grigio d’aspetto e di livore, addio a un partito che non era nè carne nè pesce, addio a un leader che ha sempre fatto i fatti suoi, nella supponenza di certezze naufragate miseramente nel nulla. E addio alla coerenza, alla lealtà con gli elettori, al rispetto per la buona politica.

Una domanda: a che cosa e a chi è servito il partito Scelta Civica?