“Le nebbie di arancion”. I dirigenti di Palazzo Marino misteriosi come in una saga nordica

Milano

Milano 27 Settembre – Esistono norme sulla trasparenza delle pubbliche amministrazioni che la Giunta Pisapia disattende nascondendosi dietro all’oramai mitico numero 020202. A “scoprirlo”, grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, è stato il consigliere di zona 3 Rita Cosenza (Destra Civica per Milano) che, dopo avere verificato di persona, ha presentato un’interrogazione per chiedere chiarimenti.

La norma in oggetto è quella derivante da: Il decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, inerente al “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”. In esso è previsto che la “trasparenza sia intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni”, allo scopo di permettere ai cittadini di esercitare una funzione di controllo sulle attività istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche, conoscendo i responsabili di ogni settore della pubblica amministrazione.telefono

Il  comune di Milano ha solo finto di recepire tale norma inserendo nel proprio sito istituzionale una sezione denominata “amministrazione trasparente”,  dove ad essere trasparenti sono solo le informazioni, nel senso che non le si vedono. Infatti, non vi sono indicati – come prescritto – i nominativi dei dirigenti e/o dei  funzionari responsabili dei differenti ambiti della vita pubblica di cui i cittadini dovrebbero poter conoscere il nome. Chiunque necessiti di questi informazioni è rimandato al numero verde 020202 o al meno noto 020208 dedicato alla sicurezza. Numeri sulla cui inefficienza – soprattutto del primo – è inutile spendere parole, poiché molti di voi l’avranno provata sulla propria pelle.

Attendiamo con curiosità la risposta della giunta all’interrogazione del consigliere Cosenza, che chiede di sapere per quali motivi non sono stati recepiti dall’Amministrazione comunale gli obblighi previsti dal decreto legislativo, facendo giustamente notare “Il Comune di Milano ha sempre sbandierato, a parole, il proprio interesse e la propria vicinanza ai bisogni dei cittadini, ma nei fatti attraverso il sito istituzionale è impossibile reperire un numero di telefono riconducibile ad un dirigente o comunque ad un qualsiasi nominativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.