E’ scritta nel DNA la dieta ideale per perdere peso. Basta un prelievo di saliva.

Scienza e Salute

Milano 13 Settembre – Depurare l’organismo è l’imperativo categorico del post-vacanze. Attraverso un’alimentazione mirata ad eliminare le scorie che il fegato ha metabolizzato sotto forma di grasso. Porta in tavola, dunque, cibi caratterizzati da funzioni depurative, come ad esempio, legumi e fibre che aiutano il fegato a smaltire le tossine. Riduci la carne rossa e i formaggi grassi. Infine consuma solo carboidrati preparati con farina integrale. Evita l’acol e fai il pieno di tè verde.

Sono queste le regole sane che in poco tempo (circa 10 giorni) asciugano la linea appesantita dal pieno di gelati, alcolici e snack fuori orario.

E se i trucchi “salva linea” da soli non bastano ad alleggerire un peso lievitato nei mesi estivi, l’ultima soluzione è la dieta genetica. Si tratta di un programma alimentare su misura che tiene conto del DNA individuale: oltre a contenere le informazioni sulla nostra statura, il colore di occhi e capelli ecc., la catena dei geni fornisce il nostro menu tipo “per non ingrassare”. Analizzando i nostri geni è possibile scoprire qual è l’apporto calorico adeguato alla nostra struttura fisica, i cibi più indicati per farci restare in forma e persino l’attività fisica più adatta alla nostra muscolatura.

Come funziona? “Basta un prelievo di saliva – spiega il Prof. Paolo Gasparini, Genetista Medico di fama mondiale, coordinatore di G&Life, azienda specializzata nella genetica orientata ai servizi alla persona – per scoprire qual è il regime alimentare che fa per te.” I geni responsabili del metabolismo di grassi e zuccheri sono 12, e spiegano il nostro modo di bruciare calorie, immagazzinare grasso e costruire tessuto muscolare.

Le informazioni preziose ricavate dal DNA sono dunque individuali: per questo motivo non si può realizzare un menu standard valido per tutti, ma questo varierà in base ai dati ottenuti. Il dietologo sarà così in grado di correggere le eventuali abitudini alimentare scorrette, sulla base del tipo di metabolismo scritto sui geni

La dieta genetica permette di dimagrire in modo graduale e duraturo, senza trascurare i gusti alimentari della persona. Inoltre, data la sua corrispondenza al patrimonio genetico, non richiede grandi rinunce, ma educa ad un’alimentazione consapevole in modo naturale. Non resta che affidarsi alla scientificità di un metodo infallibile!

(Donne by Tgcom24)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.