rapina

Rapina milionaria in via Montenapoleone

Cronaca

Una rapina  ‘pulita’, senza che nessuno si facesse male, portato a termine in due minuti e con una certa discrezione.  Nulla a che vedere con quella rapina spettacolare con raffiche di mitra sparate in aria che il Clan dei marsigliesi di Albert Bergamelli mise a segno il 15 aprile del 1964, sempre in via Montenapoleone – la via del lusso per eccellenza di Milano – e che passò alla storia, ma altrettanto fruttuosa, se i tre rapinatori che hanno fatto irruzione nell’assolato primo pomeriggio nell’ orologeria Audemars Piguet sono riusciti ad arraffare 17 orologi i quali hanno un valore che potrebbe arrivare a un milione e 300 mila euro.  I malviventi si sono velocemente allontanati tra i numerosi turisti e fanatici dello shopping senza seminare eccessivo panico per raggiungere tre biciclette che avevano parcheggiato in una via vicina e far perdere, per ora, le proprie tracce.  Vestiti come turisti, per non dare nell’occhio, si erano presentati all’entrata della gioielleria  specializzata nella vendita di orologi di valore; si erano fatti aprire e quello armato di pistola (non si sa se vera o giocattolo) aveva puntato l’arma al collo di un dipendente intimandogli, in un italiano che tradiva l’accento dell’Est europeo, di aprire con un telecomando le teche che contenevano i preziosi di cui hanno fatto man bassa. Poi via a gambe levate verso le biciclette per
fuggire e raggiungere un luogo sicuro.  Sembra che le telecamere di videosorveglianza del Quadrilatero della Moda li abbiano ripresi da via Bagutta fino a Piazza San Babila, ma gli investigatori sperano di ottenere elementi ancor più significativi anche da quelle interne all’orologeria e dalle tracce biologiche che ha lasciato il terzetto.

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano.
C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.