Navigli, il dibattito si sposta al Parini

Torna l’appuntamento con il dibattito pubblico sulla riapertura dei Navigli. Dopo l’esordio di martedì scorso, che ha visto oltre 400 persone riempire la Parrocchia Santa Maria Goretti di via Melchiorre Gioia 193 per discutere insieme i progetti dell’opera sulla riapertura del Tratto A, martedì 26 giugno alle ore 18 il dibattito si sposta nell’Aula Magna del Liceo Parini, in via Goito 4.  Nella prima occasione le contestazioni sono state molte e l’assessore Lipparini aveva chiesto di intervenire con una replica a MilanoPost. Qui cittadini, associazioni e comitati di quartiere, insieme all’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data Lorenzo Lipparini, il coordinatore del dibattito Andrea Pillon e i progettisti dell’opera potranno discutere sul progetto di riapertura del tratto B che interessa la Conca dell’Incoronata da viale Monte Grappa a via Castelfidardo, uno dei pochi punti del centro città in cui è rimasta traccia dei Navigli storici, a partire dalle restaurate porte leonardesche della chiusa. La lunghezza del tratto è di circa 230 metri. Oltre alla rimessa in funzione della Conca storica è prevista la realizzazione di due nuovi tratti a cielo aperto a monte e a valle della Conca stessa.  Intanto il sito ufficiale si arricchisce di contenuti: nella sezione “Materiali” è disponibile l’analisi dei costi-benefici dell’opera, all’interno del quale si analizzano le ricadute positive sulla città in termini di benefici sul sistema di irrigazione ad uso agricolo, minori costi di manutenzione della Darsena, benefici ambientali, recupero e valorizzazione della risorsa naturale acqua, benefici sul sistema idrico integrato, possibile utilizzo della riconnessione per smaltimento delle acque di raffrescamento, miglioramento dell’attrattività, la fruizione e la vivibilità della città  e gli effetti sul traffico con conseguenze sviluppo e  riqualificazione urbana in chiave di sostenibilità, innovazione e miglioramento della qualità della vita nella città. Un’analisi che dimostra, quindi, come i benefici idraulici ripagherebbero il costo di realizzazione dell’intervento (circa 150 milioni di euro). Nella sezione news, invece, è possibile trovare la presentazione del Tratto A e a breve saranno consultabili le schede riassuntive di quanto emerso dai vari tavoli tematici durante l’incontro di via Melchiorre Gioia.  I successivi tre incontri pubblici nelle altre aree interessate dall’intervento si terranno a cadenza settimanale ogni martedì sera: il prossimo incontro, dove si discuterà il progetto di riapertura del tratto C, è in programma martedì 3 luglio alle 17.30 nell’Aula Didattica dell’Università Statale di via Festa del Perdono 3.  Al link tutte le informazioni e i materiali per conoscere il progetto. Nella sezione “Partecipa al dibattito” è possibile inviare richieste di chiarimento o pubblicare proposte e suggerimenti che saranno poi raccolti nel documento conclusivo del dibattito pubblico.

Milano Post

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano. C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Un pensiero riguardo “Navigli, il dibattito si sposta al Parini

  • 24 giugno 2018 in 10:05
    Permalink

    Oggi riaprire i navigli senza tener conto delle ragioni che ne motivarono la copertura, è un oltraggio al buonsenso e allo spreco di denaro pubblico

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

1
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com