Museo a cielo aperto. Torna la rassegna per scoprire i tesori del Cimitero Monumentale

Milano 24 Settembre – Oggi, dalle 10 alle 18 un palinsesto con appuntamenti gratuiti, spettacoli teatrali, musica, cinema e passeggiate tematiche

Un’occasione speciale per conoscere uno dei tesori di Milano. Domenica 24 settembre, dalle 10 alle 18, al Cimitero Monumentale è in programma una giornata ricca di appuntamenti gratuiti con il teatro, la musica, il cinema, le passeggiate tematiche.

Due tipologie di visite guidate soddisferanno la curiosità dei visitatori che si avvicinano per la prima volta al Cimitero Monumentale o che vogliono scoprirne le bellezze artistiche e il patrimonio di memorie storiche. Con le passeggiate tematiche nei viali dell’eternità il pubblico sarà accompagnato da personaggi milanesi contemporanei alla scoperta del passato: alle 11.00 il vicedirettore del Corriere della Sera Giangiacomo Schiavi proporrà un percorso dal titolo “Bonadonna e la medicina dei grandi”; alle ore 11.30 Alberto Bentoglio, docente di Discipline dello Spettacolo all’Università degli Studi di Milano guiderà la passeggiata “Parole alate fra musica e teatro”; alle 15.30 Barbara Bracco, docente di storia all’Università degli Studi Milano – Bicocca, condurrà i visitatori in un “Viaggio nella storia dell’arte. I pittori del Monumentale”.

Sono previste anche due visite guidate a tema a cura delle volontarie del Servizio Civile e del personale dipendente del Cimitero Monumentale dedicate ad approfondire alcuni aspetti e curiosità all’interno del ricco patrimonio scultoreo custodito nel Cimitero. Alle 10.00 e alle 15.00 Guido Scovino porterà alla scoperta de “La presenza femminile al Monumentale”; Alle 10.30 e alle 16.00 la volontaria del Servizio Civile Elisabetta Dolcino parlerà de “I Simboli funerari”. Le passeggiate e le visite guidate sono gratuite e prenotabili al gazebo a partire dalle ore 9.30 fino al raggiungimento del numero massimo previsto per gruppo.

In sala conferenze, alle 10.15 e alle 15.30 saranno proiettati i cortometraggi nati nell’ambito di Arte Viva – Storie dal Monumentale, un progetto di alternanza Scuola-lavoro dell’ITSOS  “Albe Steiner”  di Milano a cura di Maria Elena Arcangeletti, docente di Linguaggio del Cinema e della Televisione e Ettore Bordieri, docente di Tecnologie della Comunicazione. Gli studenti  presenteranno quattro brevi “videoracconti” ispirati ai personaggi sepolti al Cimitero Monumentale di Milano: Arturo Toscanini, Wanda Osiris, Gaby Angelini e Umberto Fabè.

In sala conferenze, dalle 11 alle 15 sarà proiettato il cortometraggio “Samanta” realizzato dagli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, regia di Marco Musso (durata 20’). Protagonista è Ringo, un uomo tormentato dal fantasma della sua defunta moglie Samanta, che appare nei momenti meno opportuni rovinandogli la vita e impedendogli di portare avanti la relazione con la nuova ragazza, Julie. Ringo tenta in ogni modo di liberarsi di Samanta chiedendo aiuto a diversi personaggi: un’analista, il vagabondo Mr. Wallace e Lorena, una fattucchiera dai metodi discutibili.

Il programma teatrale proporrà alcuni corti scritti ad hoc e interpretati dai diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.

Nella Galleria inferiore di levante, alle 11 e alle 15, andrà in scena “Toscanini e i coristi” di Luca Rodella con Stefano Annoni, Luca D’Addino, Giuseppe Palasciano e Sara Zanobbio. Tre oscure figure si aggirano tra i loculi del Monumentale. Non parlano ma intonano arie polifoniche di Rossini, Verdi e Puccini. Sono tre funzionari dell’aldilà e hanno un compito: restituire la memoria all’ignaro spirito del sommo Arturo Toscanini. Il trapasso infatti gli ha tirato un brutto scherzo, il Maestro ricorda la sua musica ma non le sue azioni, la sua vita e il peso storico che ha avuto nella lotta contro i regimi nazifascisti. Così, grazie ai canti dei tre angeli neri e all’aiuto del pubblico, la stella di Toscanini tornerà a brillare.

Alle 12.15 e alle 16.15, nella Galleria superiore di ponente, “Oserei dire: Provvidenziale!” di Luca Rodella  con Giuseppe Palasciano e Sara Zanobbio musiche di Roberto Dibitonto porta in scena due istrioni del Seicento: lui sanguigno e prepotente, lei cauta e innamorata di lui. L’impresa impossibile è creare un’opera immortale, che narri l’Italia degli umili e oppressi, coi suoi paesaggi colmi di speranze e timor di Dio, le crisi, pestilenze, le ottusità popolari, qualche virtù, troppo per due ciarlatani come loro. Forse la Provvidenza, con l’aiuto del teatro, lascerà ai due l’illusione di un matrimonio inatteso, ma di sicuro tramanderà il gran soggetto a un autore futuro più competente, letterato e immortale.

Due concerti completeranno il programma della giornata. Alle 12.30 la Cappella ospiterà il concerto di musica barocca  “Amor, crudele amor” con Caterina Chiarcos, soprano, Iris Fistarollo, viola da gamba e Maximiliano Pacheco, tiorba. Nel cortile interno alle 16.45 il gruppo SOUND 4 4TET (Rodolfo Rondinelli, trombone, Elia Calvi, sax, Francesco Marchetti, contrabbasso e Fabrizio Carriero, batteria) proporrà il concerto “Dialoghi nel Jazz, una storia narrata in suoni”. La formazione propone un repertorio misto di composizioni originali e arrangiamenti di composizioni preesistenti, esplorando le possibilità comunicative che offrono le strutture musicali tipiche del jazz e ponendo l’accento sulla collaborazione estemporanea tra i musicisti, fra intrecci ritmici e suoni colore.

L’ultimo appuntamento del 2017 con la rassegna “Monumentale: Museo a Cielo Aperto” è in programma domenica 29 ottobre dalle 10 alle 18.

Share Button
Pierangela Guidotti

Autore: Pierangela Guidotti

Laurea Magistrale in Lettere Moderne. Master in Relazioni Pubbliche. Diploma ISMEO (lingua e cultura araba). Giornalista. Responsabile rapporti Media relations e con Enti ed Istituzioni presso Vox Idee (agenzia comunicazione integrata) Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com