L’incredibile beffa del Comune che vuol far la cresta agli inquilini

Milano 21 Aprile – Mancano 9 giorni alla scadenza del pagamento del Conguaglio richiesto da Mm ai suoi 28.000 inquilini.
Ho chiesto ripetutamente spiegazioni ma non ci sono atti ufficiali del Comune. L’Assessore alla casa Rabaiotti avrebbe rassicurato i sindacati che si sposterà il termine al 15 settembre ma va fatta una delibera che oggi non c’è. Peraltro ad oggi ha pagato il 4% degli inquilini.
Non ci può però limitare a chiedere il posticipo del pagamento.
Infatti gli inquilini non hanno mai ricevuto le pezze giustificative dei soldi in più che si chiedono col conguaglio (1500/2500 Euro) a ogni famiglia. Impensabile esigere un pagamento senza mostrare i motivi della richiesta aggiuntiva.
Si tratta della differenza tra le spese richieste a preventivo e già bollettate e quelle sostenute effettivamente calcolate a consuntivo negli anni 2003/2009.
Ma c’è di più. Le spese che i gestori del demanio comunale di quel periodo (Romeo, Gefi e Pirelli) hanno sostenuto per servizi sono state già versate dal Comune a loro. Nella conciliazione, ordinata dall’allora Direttore Generale Giuseppe Sala, il Comune ottenne uno sconto rispetto alle richieste iniziali dei gestori.
Ora però il Comune chiede tutto agli inquilini e senza nemmeno dimostrare che il calcolo è corretto. In pratica il Comune vuol fare la cresta ai suoi inquilini dopo aver colpevolmente tenuto negli scatoloni per 10 anni questi conteggi e senza permettere ai suoi inquilini di poter verificare la congruità delle spese richieste.
Per questi motivi ho chiesto per gli inquilini MM uno sconto pari a quello applicato ai gestori e che il conguaglio sia pagabile solo 3 mesi dopo che i giustificativi delle spese saranno inviati agli inquilini e che MM allestisca un servizio informazioni e conciliazione sul conguaglio.
Share Button
Fabrizio De Pasquale

Autore: Fabrizio De Pasquale

Consigliere comunale di di Forza Italia a Milano.

Un pensiero riguardo “L’incredibile beffa del Comune che vuol far la cresta agli inquilini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *