Stasera al Cobianchi il musical di Pirandello pensato per Broadway, ma mai rappresentato

Milano 20 Aprile – Al Circolo Cobianchi di Piazza del Duomo a Milano oggi,  20 Aprile, alle ore 20 per la prima volta saranno cantati accenni ad alcune canzoni del musical di Pirandello “Proprio così”, pensato per Broadway e mai rappresentato.

Faranno parte di un ampio concerto un viaggio, alla scoperta dei gusti musicali del Nobel e del pubblico Binettinell’evolversi dei ritmi fra gli anni ’20 e ’30,  soprattutto in America  dove avanza l’età del Jazz.  Pirandello amava molto la musica e cantava romanze siciliane come “E vui durmiti ancora” che apre lo show, anzi il talk show nello show, curato e diretto da Orietta Colacicco, che cercherà di fare chiarezza su un giallo musical letterario.  Perché nel 30 non è andato in scena, perché il Nobel scrive in francese, visto che il titolo originale è “C’est ainsi”? Come mai libretto e spartiti  vengono  alla luce nel 2006 a Rivignano in provincia di Udine per voce di Giuseppe Paron, che nel 2000 li ha ricevuti in eredità dalla zia Angelina, sorella della madre e moglie di Guido Torre? E chi era? Un uomo dai mille volti e capacità: Il compositore della musica, sotto il nome di Gad Gherson (il suo nome in ebraico) e lo pseudonimo di Jack Brels, ma anche l’ agente di Pirandello per gli Stati Uniti,  suo amico e coinquilino a Parigi, ebreo massone del Re, guaritore  e mago. Di questo e di altro ancora, con focus sulla musica, parleranno Alessandro Gilleri, già direttore di produzione del Teatro Verdi di Trieste, e ora Presidente della Golden Show Trieste, Giuseppe Paron, l’erede, in collegamento da Rivignano, il Professor Giacomo Pedersoli, autore della traduzione dei testi dal francese, in collegamento da Pian Camuno. E’ atteso anche  Enrico Cottignoli, Presidente del Comitato Inediti Pirandelliani. E Gilleri, che. con il placet dell’allora Sovrintendente del Verdi Antonio Calenda, aveva  analizzato musiche e dialogo,  programmando il debutto a Trieste nel 2012,  cercherà di spiegare perché Proprio così, anche quella volta non andò in scena.

Ma per capire bisogna ascoltare quella musica e quella a cui Gherson si è ispirato.  In programma L’Aria di Vilja e  Tace il Labbro, da La Vedova Allegra, che tanto piacreva a Pirandello, poi brani da No Nanette e Rosemarie, portate in Europa proprio da Guido Torre, accenni a cinque canzoni di Proprio così e un crescendo da Summertime e I got plenty of nothing da Porgy and Bess di Gershwin, a Night and day di Cole Porter e Someone to watch over me ancora di Gershwin. A cantare il tenore  Andrea Binetti  noto protagonista del teatro leggero, in tourneé il prossimo autunno con il musical “Ti parlerò d’Amor”,  il versatile soprano Monica Mariani, capace di  spaziare dalla musica sacra al musical,  e Corrado Alessandro Cappitta, baritenore  dalla voce calda, ideale per arie come quelle dell’opera Porgy and Bess e le tonalità delle musiche di Broadway. Al pianoforte i Maestri Svetlana Huseynova Sayad, grande appassionata di GAS e il pirotecnico Sergio Cortese.

Per prenotazioni telefonare al numero 02/89095044; info@circolocobianchiduomo.it

Share Button
Milano Post

Autore: Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano. C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com