Angeli del terremoto – The Symphony

Milano 4 Gennaio – UNA SINFONIA PER I TERREMOTATI – Torna la musica sociale, e un nuovo Morricone compone per Amatrice e Norcia di Svetly Lenets.

La scuola di Morricone ha figliato un nuovo allievo, Luciano D’Addetta: dopo le musiche per la web serie Gli Eroi delle case popolari ( 20 puntate tra gli inquilini Aler di Milano ) , il poliedrico compositore bergamasco debutta di nuovo nel sociale con una impegnativa  sinfonia dedicata ad Amatrice e Norcia, e ai terremotati già dimenticati nell’inferno del gelo.

L’atmosfera della “Symphony” è epica e la narrazione è affidata all’oboe, che però non ricorda il tema di Gabriel in “Mission”, uno dei capolavori di Morricone, ma piuttosto è quasi un riff da concerto  rock. L’oboe di D’Addetta , nel video che accompagna la sinfonia, è narrativo, alla Rossellini, e duetta con una citazione di Wim Wenders , dove un angelo scende sulla terra nel celebre film Il cielo sopra Berlino. L’angelo del regista tedesco assiste l’opera dei Vigili del Fuoco che estraggono dalle macerie bambine e anziani ancora vivi.

I temi sociali, naufragati nell’orgia canzonettistica e nel bla bla musicale della sotto commedia all’italiana, ritornano nel neorealismo musicale di questo compositore che suona per la gente. Musica populista, verrebbe da dire.

D’Addetta è già al lavoro nel suo studio a Bergamo per preparare ulna versione rock di “angeli del terremoto, the symphony”, da suonare dal vivo nei concertoni sotto casa a km zero.

Nelle foto : Luciano D’Addetta mentre suona “Angeli del terremoto, the symphony” con la New Pop Orchestra di Comun Nuovo.

video    di Claudio Bernieri

musica di Luciano D’Addetta

Share Button

Milano Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *