Natale a Milano. Fra tradizione meneghina e novità, un calendario di eventi diffusi

Milano 2 Novembre – Il ‘Natale a Milano’ è un percorso ideale che si snoda attraverso la città, dal centro ai quartieri periferici, un calendario ricco di appuntamenti con occasioni diverse ogni giorno per grandi e piccini, cittadini e turisti.

PALAZZO MARINOLa Madonna della Misericordia – Il percorso natalizio parte dalla ‘casa dei milanesi’ con un’importante opera d’arte presentata in uno speciale allestimento: dal 6 dicembre all’8 gennaio “La Madonna della Misericordia” di Piero Della Francesca.

Il Presepe – Ospitato nel cortile d’onore, approda in città il Presepe Monumentale dei Sassi di Matera, creato appositamente per Milano. Un’opera dell’artista lucano Francesco Artese che l’anno scorso aveva conquistato New York e che ha esposto a Washington, Roma, Monaco, Varsavia, Parigi, Lubiana, Helsinki, Dublino, Assisi e Betlemme.

PIAZZA DUOMO E LA GALLERIA VITTORIO EMANUELE IIAlbero di Natale in piazza Duomo – Come tradizione, l’Albero realizzato da Pandora sarà pronto il 7 dicembre alle 16,30, accompagnato dalle 50 voci dei bambini del Piccolo coro dell’Antoniano e da Bianca Atzei,. Si accenderà ogni giorno dalle 12 alle 24 e le notti del 24 e del 31 dicembre. Illuminato da 54mila punti led, il grande abete rosso proveniente dal Comune di Mel (Belluno) sarà al centro del programma di charity realizzato in collaborazione con Caf Onlus e si trasformerà in arredi destinati alla città.

Calendario dell’Avvento – Dalle finestre su piazza Duomo si affacceranno i musicisti del Calendario musicale dell’Avvento che fra le 18 e le 18.30 ogni giorno, a partire dal 1° dicembre, scandiranno in note il conto alla rovescia fino al 25 dicembre. L’evento è offerto dall’Ente Nazionale Austriaco per il Turismo; i musicisti provengono dall’orchestra filarmonica Italiana e dall’Associazione SONG Onlus.

Il Natale in Galleria – Sarà Swarovski ad accendere di cristalli scintillanti l’Albero di Natale visibile all’Ottagono e a far brillare la suggestiva volta, rinnovata e illuminata di bianco. 

LUMINARIE IN TUTTA LA CITTÀ – 200 le vie cittadine illuminate: da Baggio a Gratosoglio, da Ponte Lambro a Calvairate passando per Corvetto, piazzale Martini e piazza Selinunte sino a via Polesine e al quartiere Mazzini, per un totale di circa 40 km. Tante le aziende private che contribuiranno ad abbellire Milano: le profumerie Limoni in Corso Buenos Aires, Liu Jo ai Caselli di Porta Venezia, Baci Perugina colorerà via Torino, Lancia Y corso Como, le fragranze di Paco Rabanne via Dante e via Mercanti, Discovery Channel via Volta.Piazza della Scala sarà teatro di un progetto di illuminazione scenografica che valorizzerà gli elementi architettonici dei palazzi con luci, musica ed immagini in movimento, grazie a Trussardi. Significativo il contributo delle Associazioni di via: 25 quelle che hanno chiesto di accedere al contributo per allestire le luminarie in città.Una menzione per gli studenti dell’istituto IIS G. Galilei-R. Luxemburg che daranno vita a “Ars et Lux agli Olmi”, progetto che prevede la realizzazione di luminarie originali legate ad opere d’arte di famosi artisti moderni e contemporanei, da Keith Haring a Salvador Dalì a Renè Magritte. 

I GIARDINI DI PORTA VENEZIA E I NAVIGLIIl Villaggio delle Meraviglie – Per la gioia dei bambini e delle famiglie, da sabato 3 dicembre torna il Villaggio delle Meraviglie, il parco a tema organizzato dal Gruppo AO di Ambra Orfei e Gabriele Piemonti e dall’agenzia Orizzonte di Renato Zocchi. Tante attrazioni a partire dalla pista indoor di pattinaggio sul ghiaccio di 100 metri (la più lunga di Milano e del Nord Italia); oltre a questa, è attiva la pista di piazza Gae Aulenti e ne arriverà un’altra in piazza Liberty da venerdì 2 dicembre. E la Casa di Babbo Natale, con raccolta fondi per sostenere il progetto Wamba SMArt dedicato all’assistenza dei pazienti affetti da atrofia muscolare spinale; le sue slitte volanti; il percorso sui binari ‘Viaggio al Polo Nord’; l’arrampicata e il percorso magico degli elfi. In collaborazione con l’Associazione Agiamo, verranno organizzate serate e momenti speciali per concerti ed eventi musicali con numerosi ospiti.

Darsena Christmas Village – Punti di animazione per bambini, casa e slitta di Babbo Natale, villaggio con produttori food di alto livello. Un albero illuminato in Darsena, un bosco incantato e un mercatino di Natale, oltre a momenti di intrattenimento: sarà il Darsena Christmas Village che animerà i Navigli nel periodo natalizio sotto l’organizzazione dei Navigli Lombardi.

I MERCATINIDal mercatino di Natale in Duomo, 303 mila euro per il restauro della cattedrale – Dall’11 dicembre all’8 gennaio, si svolgerà il grande Mercatino di Natale intorno al Duomo tra l’inizio di corso Vittorio Emanuele, lo spazio in corrispondenza dell’abside del Duomo, via Carlo M. Martini sino a piazza Fontana. Ottanta casette in legno decorate con ghirlande e addobbi ospiteranno prodotti tipici della tradizione natalizia delle regioni italiane ed europee, in particolar modo di quella lombarda; ci sarà spazio anche per l’artigianato artistico con i maestri del legno, dalla ceramica, della cera, i presepisti e gli antiquari. Il mercatino contribuirà al restauro e alla conservazione della cattedrale grazie ad una donazione di 303mila euro alla Veneranda Fabbrica da parte degli organizzatori.

Oh Bej! Oh Bej! – Dal 7 al 10 dicembre, dalle 8.30 alle 21, torna la fiera più antica della città che, intorno al perimetro del Castello Sforzesco, ospiterà 380 espositori. Tra le 44 diverse categorie merceologiche presenti, più dei due terzi degli espositori sono espressione della tradizione meneghina: 56 rigattieri, 17 tra fioristi e vivaisti, 24 artigiani, 51 mestieranti, 19 venditori di stampe e libri, 5 maestri del ferro battuto, rame e ottone, 14 giocattolai, 17 rivenditori di dolci, oltre a 5 cesterie e 9 tradizionali venditori di caldarroste e vin brulè, 10 di “Firunatt” le tipiche castagne affumicate e infilate, 2 produttori di miele e affini e 4 pittori. La fiera sarà aperta

LA CULTURA, DALLE MOSTRE AI CONCERTI – Fino al 14 dicembre oltre cinquanta eventi della “Prima diffusa” porteranno in tutta la città la Madama Butterfly di Giacomo Puccini, l’opera protagonista della serata del 7 dicembre al Teatro alla Scala. A Palazzo Reale proseguono le mostre dedicate a Escher, a Hokusai Hiroshige Utamaro e a Pietro Paolo Rubens e la Nascita del Barocco; al Mudec la retrospettiva su Jean-Michel Basquiat; al Padiglione d’Arte Contemporanea la personale di Armin Linke. I 90 anni di scultura di Arnaldo Pomodoro saranno raccontati con selezioni esposte a Palazzo Reale, alla Fondazione Arnaldo Pomodoro, alla Triennale e al Museo Poldi Pezzoli. Domenica 1° gennaio con l’iniziativa ‘Domenica al Museo’  i musei civici milanesi resteranno aperti gratuitamente dalle 13.30 alle 17.30.

Concerto di Natale in Duomo – Martedì 20 dicembre alle 19.30 in Duomo il tradizionale concerto: sul palco l’ensemble ‘I Solisti Veneti’, sotto la direzione del fondatore, il maestro Claudio Scimone, che si esibirà insieme a FuturOrchestra, composta dai giovani musicisti del Sistema orchestre e cori giovanili in Lombardia. Concerto, con opere di Vivaldi e Mozart, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti a partire dalle 19.

Concerto di Capodanno – Mario Biondi e Annalisa saranno i protagonisti dello spettacolo in Piazza Duomo; Biondi, artista famoso nel mondo per la voce e l’anima soul, sarà la star del concerto gratuito che animerà la piazza la serata del 31 dicembre. Annalisa, stella della musica pop, la protagonista femminile che lo precederà sul palco.

Appuntamenti su  www.comune.milano.it/natalemilano

Share Button
Pierangela Guidotti

Pierangela Guidotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *